Bonus riscaldamenti 2019-2020: quali sono e come ottenerli

Bonus riscaldamenti 2019: ecco come avere gli sconti per comprare stufe, climatizzatori, caldaie e altro a meno della metà.

Bonus riscaldamenti 2019-2020: quali sono e come ottenerli

I bonus riscaldamenti 2019 possono essere un aiuto alle famiglie che in questo periodo dell’anno hanno bisogno di cambiare le proprie stufe, climatizzatori, caldaie e pompe di calore. Si tratta di detrazioni fiscali fino al 65% che permettono di acquistare sistemi di riscaldamento pagando di meno, grazie anche all’approvazione dell’Eco Bonus 2019-2020.

Gli sconti si applicano a diversi sistemi di riscaldamento, come stufe a pellet e caldaie, ma gli importi e le modalità per usufruire delle detrazioni variano. Vediamo quando è possibile chiedere e ottenere uno dei bonus riscaldamenti 2019-2020, e quali sono.

Leggi anche Riscaldamento condominiale 2019-2020 al via: regole, date e orari di accensione

Bonus riscaldamenti 2019-2020: detrazioni su caldaie

Il bonus caldaie è una detrazione prevista dalla Legge di Bilancio 2019 e prorogata anche per il 2020, che prevede la possibilità di acquistare diversi tipi di caldaie con uno sconto fino al 65%.

La percentuale di sconto sull’acquisto della nuova caldaia varia in base al tipo di sistema di riscaldamento che si decide di comparare, e nello specifico:

Caldaie a condensazione
Sono acquistabili con uno sconto fino al 65% le caldaie a condensazione classe A, corredate dall’installazione di:

  • sistemi di termoregolazione evoluti, appartenenti alle classi V, VI oppure VIII della comunicazione della Commissione 2014/C 207/02;
  • impianti dotati di apparecchi ibridi, costituiti da pompa di calore integrata con caldaia a condensazione.

Altrimenti è ammessa una detrazione fino al 50% per le spese per l’acquisto di una caldaia a condensazione di classe A, prevista dal regolamento (UE) n.18/2013.

Caldaie a biomassa
Sono acquistabili con una detrazione fino al 65%, fino a un massimo di 30 mila euro (su una spesa massima di 46.153,85 euro).

Approfondisci per Sostituzione caldaia, detrazione fiscale al 50 o 65%? Importo, requisiti e novità.

Bonus riscaldamenti 2019: detrazioni su climatizzatori

Il bonus sull’acquisto di climatizzatori rientra all’interno diversi tipi di sostegni, come quello per la ristrutturazione edilizia, l’ecobonus o il bonus mobili. Per ricevere la detrazione sull’acquisto del climatizzatore sarà necessario conservare la ricevuta del venditore e procedere al pagamento tramite transazioni tracciabili.

Ecco i sistemi di riscaldamento acquistabili con il bonus climatizzatori.

  • Bonus climatizzatori risparmio energetico
    Sono acquistabili con una detrazione fino al 65% i condizionatori con pompa di calore. Lo sconto è valido se si procede all’acquisto del sistema di riscaldamento per qualsiasi edificio: abitazioni, uffici, negozi ecc.
  • Bonus condizionatori A+ con ristrutturazione
    Attraverso il bonus mobili, sono acquistabili con uno sconto immediato del 50% i condizionatori di classe A+, in caso di ristrutturazione per singole abitazioni o condomini.
  • Bonus condizionatori senza ristrutturazione
    Qualora si fosse impossibilitati a procedere all’acquisto del climatizzatore attraverso il bonus mobili (e quindi senza procedere con i lavori di ristrutturazione), è possibile sostituire il vecchio sistema di riscaldamento con climatizzatore o un condizionatore a pompa di calore ad alta efficienza energetica. In questo caso lo sconto è del 65%.

Approfondisci per Bonus condizionatori 2019: agevolazioni fiscali per climatizzatori.

Bonus stufa a pellet 2019-2020

Nel bonus riscaldamenti rientra anche l’agevolazione per l’acquisto di stufe a pellet, sistema di riscaldamento che utilizza materiali combustibili ecologici ed economici per massimi rendimenti.

Per acquistare una stufa a pellet, si può usufruire sia della detrazione che dello sconto, in base alle preferenze dell’acquirente.

Se si vuole acquistare una stufa a pellet con detrazione, occorre dichiarare l’acquisto attraverso il modello 730 o nuovo modello Redditi ex Unico. In tal caso si ha diritto a un rimborso del 50% o del 60% secondo le seguenti modalità:

  • Stufa a pellet con Bonus Mobili. Se l’acquisto avviene in concomitanza di una ristrutturazione, si ha diritto alla detrazione Bonus ristrutturazione al 50%;
  • Stufa a pellet con Ecobonus. Se l’acquisto avviene per migliorare l’efficienza energetica, si ha diritto all’Ecobonus 2019 al 65%.

Se si vuole acquistare la stufa a pellet con lo sconto invece, si deve procedere all’acquisto attraverso bonifico e inviare la comunicazione all’Agenzia delle Entrate.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Detrazioni fiscali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.