Bitcoin la strana tendenza: tutti li vogliono ma nessuno li utilizza

Una ricerca effettuata da Chainalysis ha portato a rivelare una strana tendenza che sta portando a dei cambiamenti nel mondo dei Bitcoin: quasi nessuno li usa per commerciare.

 Bitcoin la strana tendenza: tutti li vogliono ma nessuno li utilizza

I Bitcoin sono considerati la criptovaluta per eccellenza. Il loro valore ad oggi continua a salire e per chi li possiede rappresentano un vero e proprio tesoretto economico. Bloomberg ha riportato una serie di dati di Chainalysis, ricercatore di blockchain di New York, i quali rivelano una strana tendenza che può spiegare il perché dell’andamento del valore della criptomoneta: la realtà è che nessuno li vuole vendere.

Le transazioni commerciali con i Bitcoin: una rarità sul mercato

Quando 10 anni fa Satoshi Nakamoto, ha creato il Bitcoin, la sua idea era quella di immaginare l’utilizzo di questa criptomoneta nelle transazioni di ogni giorno. La criptovaluta doveva essere impiegata dall’acquisto del caffè all’effettuare transazioni commerciali sicure e con trasferimento di denaro digitale che non era sottoposto a commissioni e a controlli degli enti governativi.

La realtà di oggi è ben diversa. Il Bitcoin è raramente usato per questo genere di attività. I dati riportati da Chainalysis, con riferimento ai primi mesi del 2019 dimostrano che solo 1,3% delle movimentazioni economiche che riguardano i Bitcoin hanno come oggetto transazioni di tipo commerciali. Una realtà che si ripete ormai da due anni.

Le attività economiche principali che riguardano la criptomoneta sono strettamente collegate al trading online. Come riportato da Kim Grauer, economista senior di Chainalysis “questo suggerisce che l’uso principale dei Bitcoin rimane speculativo e che l’uso tradizionale dei Bitcoin per gli acquisti quotidiani non è ancora una realtà”.
I dati sono inequivocabili. Le transazioni relative agli scambi nei mesi tra gennaio e aprile per adesso rappresentano l’89,7% delle attività che vengono effettuate utilizzando la criptomoneta. Rispetto al 91,9% dell’anno scorso il cambiamento di tendenza non ci è stato.

Perché si tengono i Bitcoin: un bene come l’oro

Ma perché tutti sembrano voler possedere i Bitcoin ma non utilizzarli per le transazioni commerciali? Sono sempre di più le società che permettono di utilizzare questa criptomoneta per effettuare pagamenti, ma la percentuale di utilizzo per gli acquisti continua ad essere ridotta. La motivazione è abbastanza semplice: i Bitcoin valgono troppo.
Basta considerare che da gennaio il loro valore e raddoppiato raggiungendo i 9.000 $ di giovedì. Dal costo originale il loro prezzo è salito del 1.400%, raggiungendo anche i 20.000 $, per poi stabilizzarsi a circa 8.400 $ di oggi.
I continui rally, fanno sì che nella mente degli investitori invece di poter utilizzare il Bitcoin come alternativa al denaro si è sviluppata l’idea di accumularli, dato che le probabilità che il loro valore in questo momento possa aumentare anche del 50% sono molto elevate.
I Bitcoin si è trasformato in una vera e proprio bene di rifugio, in una versione digitale dell’oro, una moneta che mantiene il suo valore anche nei momenti di incertezza economica, come per esempio l’oro e che non è correlato a azioni, obbligazioni e andamenti del mercato.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.