Big Tech: sarà un 2022 stellare? La previsione

Violetta Silvestri

31 Dicembre 2021 - 15:42

condividi

Che anno sarà per i grandi nomi della tecnologia? Le azioni delle big tech hanno registrato un 2021 positivo, con Apple sull’orlo dei 3.000 miliardi di capitalizzazione. La previsione per il 2022.

Big Tech: sarà un 2022 stellare? La previsione

Big tech: cosa aspettarsi nel 2022? Da Apple a Facebook fino a Google e ad Amazon, le grandi della tecnologia digitala e di internet sono state protagoniste negli scambi 2021.

I guadagni del settore tech e digital nell’anno ormai passato non sono stati distribuiti uniformemente. Alcuni angoli del comparto (come l’e-commerce) si sono raffreddati dopo un 2020 rovente, mentre alcune star della tecnologia che sono balzate alla ribalta all’inizio della pandemia (si pensi a Zoom e Peloton) sono diminuite pesantemente.

Tuttavia, l’ascesa della tecnologia e i guadagni sproporzionati delle big etch, hanno continuato a sostenere il più ampio balzo del mercato.

Tutto questo durerà nel 2022? Le tendenze secolari che hanno reso il digitale una parte sempre più importante dell’economia sono ancora in atto e le autorità di regolamentazione non hanno ancora fatto nulla per rimuovere le piattaforme tecnologiche più potenti.

Ma i venti favorevoli immediati che hanno sostenuto l’ultimo rally tecnologico si stanno indebolendo e una serie di venti contrari rende il prossimo anno più incerto. L’analisi di Financial Times.

Big tech protagoniste nel 2021

La riflessione è di Richard Waters per il FT.

Dodici mesi fa, le cinque maggiori società tecnologiche – Apple, Microsoft, Google, Amazon e Facebook (ora Meta) – stavano per iniziare un anno che si prevedeva d’oro, con ricavi aggregati stimati a +13%. Qualcosa di simile è previsto anche per il 2022.

Nel 2021, secondo i prossimi dati definitivi, la crescita annuale dei ricavi per le cinque società dovrebbe raggiungere il 27%. Il rimbalzo della pubblicità digitale, la domanda di nuovi gadget e l’aumento della spesa per il cloud e altri servizi digitali si sono rivelati molto più forti del previsto.

Questa massiccia sovraperformance ha esteso il rally delle big tech. Il gruppo ha aggiunto $ 2,7 trilioni di capitalizzazione di mercato quest’anno, con un aumento del 36%. Ciò non corrisponde al rimbalzo indotto dalla pandemia del 55% dell’anno precedente, ma supera comunque il 30% di anticipo nell’S&P 500.

Solo per fare un esempio, meno di quattro anni fa, quando il valore del mercato azionario di Apple ha raggiunto $1.000 miliardi, sembrava fosse stato toccato il culmine nel settore tecnologico. L’azienda, invece, sta per superare i $3.000 miliardi di dollari.

Che anno sarà il 2022 per le big tech

La riflessione ruota intorno alle prospettive di boom anche per il 2022: in condizioni di mercato e finanziarie più impegnative, sarà possibile per le grandi del tech ripetere l’anno spettacolare?

Dopo i recenti guadagni e con le prospettive immediate che sembrano meno certe, diventa sempre più difficile contare su un altro anno stellare per i titoli tecnologici.

Molte parti del settore tecnologico stanno entrando in un periodo di crescita più lenta poiché i confronti di anno in anno diventano più difficili. Il boom dell’e-commerce dello scorso anno ha visto le vendite online negli Stati Uniti aumentare del 38% nell’ultimo trimestre.

In confronto, la crescita nel 2022 appare più pallia. E poi, quanto sono cambiate le abitudini digitali dei consumatori e quanto torneranno ai vecchi modi di lavorare e giocare se la pandemia si attenua?

Sicuramente, le aziende che hanno aumentato la loro spesa digitale sembrano meno propense a tornare indietro. Ma se portassero avanti il budget tecnologico pianificato con la crisi, ciò potrebbe intaccare la spesa futura. Dopo tanti continui sconvolgimenti nei loro processi lavorativi durante la pandemia, le aziende potrebbero anche ritenere utile rallentare alcuni dei loro piani di trasformazione digitale.

In conclusione, il trend tech non è intaccato il prossimo anno, ma anche per le big tech il 2022 potrebbe aprirsi con maggiori interrogativi.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.