Assegno ordinario invalidità: quando si può cessare il lavoro?

Lorenzo Rubini

9 Marzo 2021 - 14:56

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Per chi percepisce assegno ordinario di invalidità non è obbligatorio continuare l’attività lavorativa.

Assegno ordinario invalidità: quando si può cessare il lavoro?

Per i lavoratori dipendenti che hanno una capacità lavorativa ridotta ad un terzo vi è la possibilità di richiedere l’assegno ordinario di invalidità a patto che siano stati versati almeno 5 anni di contributi di cui almeno 3 nel quinquennio che precede la domanda.

Rispondiamo ad un lettore di Money.it che ci scrive:

“Salve volevo sapere se al terzo rinnovo assegno ordinario invalidità posso cessare l’attività lavorativa, ho 59 e circa 40 anni di versamenti.Grazie”

Assegno ordinario di invalidità e lavoro

Per i titolari di assegno ordinario di invalidità non è necessario cessare l’attività lavorativa. Questo significa che, pur percependo il beneficio è possibile continuare a lavorare. Ma è bene chiarire che continuare a lavorare non è obbligatorio.

Si potrebbe pensare, erroneamente, che sia necessario continuare a svolgere attività lavorativa visto che al momento di presentazione della domanda di rinnovo bisogna soddisfare non solo il requisito sanitario ma anche quello contributivo (5 anni di contributi versati di cui almeno 3 nel quinquennio precedente) e si può avere il timore di incorrere nella sospensione dell’assegno mensile perché nei 5 anni precedenti non sono stati versati almeno 3 anni di contributi.

Ma per i percettori di assegno ordinario di invalidità vi è una copertura contributiva figurativa per il periodo di fruizione dell’AOI, valida solo ed esclusivamente per il rinnovo della domanda (e, quindi, non utilizzabile in alcun modo ai fini previdenziali).

Di fatto, quindi, il titolare di assegno ordinario di invalidità può decidere di sospendere in qualsiasi momento l’attività lavorativa e non è necessario attendere il terzo rinnovo, quando l’AOI diventa definitivo per farlo.

In ogni caso per poter accedere al pensionamento vero e proprio, anche se decide si sospendere l’attività lavorativa continuando a percepire l’assegno, dovrà attendere il compimento dei 67 anni di età quando l’AOI si trasformerà, in automatico, in pensione di vecchiaia.

«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Iscriviti alla newsletter

Money Stories