Analisi forex: Eur/Usd positivo per la sesta seduta di fila ma i verbali FOMC potrebbero smorzare l’entusiasmo

Le quotazioni del cambio Eur/Usd mettono in evidenza un entusiasmo nella fase rialzista che non si vedeva da tempo. Un ritracciamento potrebbe però essere all’orizzonte

Analisi forex: Eur/Usd positivo per la sesta seduta di fila ma i verbali FOMC potrebbero smorzare l'entusiasmo

Dopo le sofferenze degli scorsi mesi, il cambio EUR/USD ha messo in piedi quello che al momento si può classificare come il rimbalzo più importante dal 19 aprile 2018, al momento poco superiore a quello partito il 29 maggio 2018 da 1,1510 e conclusosi il 14 giugno scorso con la riunione della BCE a 1,1851.


Fonte: Bloomberg

L’entusiasmo del fronte rialzista potrebbe essere però smorzato dalla riunione del FOMC di questa sera che potrebbe far prendere respiro al cambio. Analizzando il grafico settimanale il segnale rialzista è importante e presenta due elementi tecnici che se confermati potrebbero far guadagnare ulteriore terreno alla moneta unica nei confronti de biglietto verde. Il primo fattore da considerare è il rimbalzo estremamente tecnico dei prezzi sulla media a 200 settimane, che si conferma valido livello di supporto e dove i prezzi hanno creato un pattern di inversione a tre punti (che per essere confermato avrebbe bisogno di una chiusura settimanale sopra 1,1580).

Il secondo elemento è dato dal veloce recupero da parte delle quotazioni del 50% del movimento rialzista con minimo a 1,0341 e massimo a 1,2555. Questo insieme di indizi sul grafico settimanale indicano che potrebbe esserci un recupero più esteso del cambio.

Passando ora ad un time frame giornaliero si nota come l’imminente ostacolo da superare è quota 1,1611, resistenza statica ereditata dai massimi del 3 agosto 2018: da 19 giorni infatti i prezzi non sono riusciti ad effettuare una chiusura superiore a tale soglia. Un altro fattore che potrebbe mettere in difficoltà il recupero è dato da area 1,1680, dove è presente la linea di tendenza che collega i massimi del 14 giugno 2018 con quelli del 9 luglio 2018.

Considerati tutti questi fattori si potrebbe pensare che il recupero della moneta unica possa prendere una pausa in queste zone per poi ripartire. Tale “pit stop” dei prezzi dovrebbe fermarsi entro area 1,1500 dove è presente un supporto sul grafico a 4 ore. Da tale zona è possibile attendersi una prosecuzione del rimbalzo che potrebbe superare gli attuali massimi a 1,1623.

Fai trading ora con eToro Demo gratuita

Strategia operativa su Eur/Usd


Elaborazione Ufficio studi Money.it

Si potrebbe quindi attendere una pausa nel rialzo per poter costruire una strategia di matrice rialzista che abbia come punto di entrata area 1,15, stop loss a 1,1430 e obiettivo principale a 1,1610. L’obiettivo finale di questa operazione si potrebbe individuare in area 1,1650.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su analisi tecnica

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.