Nei prossimi anni molto probabilmente la gamma di Alfa Romeo sarà rivoluzionata e ampliata. Grazie alla fusione del gruppo Fiat Chrysler Automobiles con i francesi di PSA infatti le cose per la casa automobilistica del Biscione dovrebbero cambiare in meglio. Il futuro numero uno di Stellantis, l’amministratore delegato Carlos Tavares cercherà di rilanciare lo storico marchio milanese nel migliore dei modi.

Quale sarà la top di gamma di Alfa Romeo nei prossimi anni?

Si parla dunque di numerosi nuovi modelli che arriveranno ad arricchire la gamma di Alfa Romeo che nel 2021 toccherà il suo minimo storico con appena 2 modelli presenti in gamma: Giulia e Stelvio. Tra questi si parla di nuovi SUV e di una futura Giulietta.

In particolare ci si chiede quale possa essere in futuro la nuova top di gamma per la casa automobilistica del Biscione. A lungo si è parlato dell’arrivo di un’ammiraglia, una berlina di grandi dimensioni che si sarebbe potuta chiamare Alfetta e che avrebbe potuto utilizzare una versione allungata della piattaforma modulare Giorgio.

Al momento però sembra un po’ difficile che un simile modello possa arrivare. Questo in quanto le berline così grandi non hanno più molto mercato e dunque occorre valutare se per Alfa Romeo vale la pena investire su un simile progetto.

Più probabile in futuro l’arrivo di un maxi SUV che si andrebbe a collocare al di sopra dello Stelvio nella gamma della casa automobilistica milanese di Fiat Chrysler. Un tale modello potrebbe essere perfetto per fare bene in mercati difficili e importanti come quello statunitense e quello cinese.

Anche questo veicolo potrebbe utilizzare la versione allungata della piattaforma modulare Giorgio ma potrebbe anche adottare una futura piattaforma di PSA. Se questo modello arriverà realmente nella gamma del Biscione lo scopriremo entro la fine del prossimo anno quando finalmente dovrebbe venire rivelato il nuovo piano industriale di Alfa Romeo.