50 euro, la nuova banconota da oggi in vigore: come riconoscerla?

La nuova banconota da 50 euro entra in vigore oggi, 4 aprile, con una presentazione ufficiale del presidente BCE Mario Draghi. Come riconoscerne l’autenticità?

50 euro, la nuova banconota da oggi in vigore: come riconoscerla?

50 euro, la nuova banconota è arrivata. Da oggi fanno il loro ingresso i 50 euro nuovi, che la BCE ha presentato la scorsa estate. La nuova banconota da 50 euro ideata dalla BCE è la quarta banconota della serie “Europa” dopo quelle da 5, 10 e 20 euro, che hanno sostituito le banconote della prima serie e che sono state messe in circolazione tra il 2013 e il 2015.

I nuovi 50€, così come le nuove banconote europee che li hanno preceduti, sono dotati di speciali tecniche di stampa e dettagli estetici per riconoscerli facilmente e proteggerli dalla falsificazione. Particolari caratteristiche di sicurezza, infatti, conferiscono alle nuove banconote da 50 euro consistenza e originalità.

Ecco il video di presentazione della nuova banconota da 50 euro, che ne illustra la caratteristiche:

Ecco come è la nuova banconota da 50 euro della serie Europa e come fare per riconoscerne l’autenticità.

Nuova banconota da 50 euro: caratteristiche

La nuova banconota da 50 euro entra in vigore oggi, dal 4 aprile 2017, e pian piano sostituirà tutte le 50 euro della prima serie attualmente in circolazione.

Così come nel nuovo biglietto da 20 euro, anche nella nuova banconota da 50 euro viene utilizzato l’elemento della finestra con ritratto. Se si guarda la banconota in controluce, la finestra nella parte superiore dell’ologramma rivela in trasparenza su entrambi i lati del biglietto il ritratto di Europa, figura della mitologia greca e prima regina di Creta da cui prende il nome il continente europeo. Il ritratto di Europa appare anche nella filigrana.

Anche sulla nuova banconota da 50 euro, nella parte frontale, troviamo il numero verde smeraldo, ovvero la cifra brillante che quando viene mossa cambia colore e diventa blu scuro, riflettendo una luce che si sposta in senso verticale.

Queste sono, in linea generale, le caratteristiche che faciliteranno il controllo dell’autenticità del nuovo biglietto da 50 euro, con il cosiddetto metodo del “toccare, guardare, muovere”. Ma vediamo nel dettaglio le differenze con l’attuale banconota da 50 euro e in cosa è diversa dagli altri tagli della serie “Europa”.

50 euro, nuova banconota: come riconoscerne l’autenticità?

La nuova 50 euro è la cartamoneta più facilmente verificabile nella sua autenticità. La stessa cosa si può dire per le banconote da 5€, 10€ e 20€ della serie Europa che hanno preceduto il biglietto da 50. In effetti è semplice riconoscere la nuova banconota da 50 euro in quanto presenta delle caratteristiche uniche che la rendono molto diversa dalla banconota che utilizziamo adesso.

Il biglietto da 50 euro che entra in vigore oggi mantiene il caratteristico colore arancione, così come le due finestre di stile rinascimentale ispirate all’architettura romana sul fronte e il ponte rinascimentale sul retro.

Qui di seguito possiamo vedere le due banconote da 50€, sia fronte che retro, a confronto.

Nel dettaglio ecco le differenze e come riconoscere la nuova banconota da 50 euro:

  • al tatto la nuova banconota risulta più consistente e sonora;
  • toccando la nuova banconota si sentono dei trattini in rilievo piuttosto percepibili. Questo tratteggio, che si trova anche nella nuova 20 euro, risulta molto utile in particolare ai non vedenti e agli ipovedenti, che non possono riconoscerla visivamente ma al tatto verificarne l’autenticità;
  • l’immagine principale, le iscrizioni e la cifra sono stampate in rilievo;
  • se si guarda la banconota in controluce nell’ologramma posto nella parte superiore possiamo notare in trasparenza il ritratto di Europa;
  • endo la banconota sul fronte dello stesso ologramma si nota il numero 50 incorniciato da linee iridiscenti, mentre sul retro la cifra viene ripetuta una sola volta.

A differenza delle banconote da 10 e 20 euro della serie “Europa”, che sono state dotate di un sottile rivestimento protettivo per renderle più resistenti nel tempo visto il loro passaggio di mano in mano, non è stato previsto alcun rivestimento per il nuovo taglio da 50 euro, tenuto conto del suo diverso utilizzo.

La nuova banconota da 50€ protegge la stabilità dell’Euro

La BCE spiega che l’introduzione della nuova banconota da 50 euro segna il passo più recente per rendere sempre più sicuri e più difficilmente falsificabili i biglietti in euro.

Yves Mersch, membro del Comitato esecutivo dell’Istituto di Francoforte, ha affermato che le avanzatissime caratteristiche di sicurezza delle nuove banconote contribuiscono a proteggere la nostra moneta e sono frutto del costante impegno a preservare la stabilità dell’euro, “una moneta utilizzata quotidianamente da 338 milioni di persone nell’Eurozona”.

Fra i pezzi in euro quello da 50 euro è il più utilizzato in Europa e rappresenta il 45% di tutti i biglietti in circolazione.

“Vi sono più banconote da 50 euro in circolazione che biglietti da 5, 10 e 20 euro complessivamente. Il numero di banconote da 50 euro in circolazione è pari quasi al totale di tutti i tagli circolanti a fine 2002, anno in cui i biglietti e le monete in euro hanno iniziato a circolare”,

spiega la BCE.

Nuova banconota 50 euro: il comunicato stampa della BCE (4 aprile)

Di seguito, il comunicato stampa della BCE con cui si dà inizio all’entrata in vigore della banconota:

Nuova banconota da €50 da oggi in circolazione
4 aprile 2017
Entra oggi in circolazione una banconota dotata di caratteristiche di sicurezza più avanzate.

Il nuovo biglietto, munito del ritratto di Europa e del numero verde smeraldo, è più efficacemente protetto dalla falsificazione.
Da un’indagine emerge che il contante resta lo strumento utilizzato per la maggior parte dei pagamenti presso i punti di vendita.

La nuova banconota da €50, quarto taglio della serie “Europa”, entra oggi in circolazione, come annunciato dalla Banca centrale europea (BCE).
Compiendo un ulteriore passo avanti verso una ancor più efficace protezione delle banconote in euro dalla falsificazione, le caratteristiche di sicurezza del nuovo biglietto includono una finestra con ritratto nella parte superiore dell’ologramma, che diventa trasparente se vista in controluce.

La finestra rivela, su entrambi i lati della banconota, il ritratto di Europa, figura della mitologia greca. La stessa effigie compare anche nella filigrana, così come il numero verde smeraldo, che, muovendo il biglietto, produce l’effetto di una luce che si sposta in senso verticale. La banconota presenta anche elementi stampati in rilievo per le persone con problemi visivi.

“Anche nell’era digitale il contante resta essenziale per la nostra economia”, ha affermato il Presidente Mario Draghi della BCE. “Da un’indagine di prossima pubblicazione, svolta per conto della BCE sull’uso del contante, emerge che oltre tre quarti dei pagamenti effettuati presso i punti di vendita nell’area dell’euro avvengono per contanti. In termini di valore delle operazioni, ciò equivale a leggermente più della metà”.

I risultati dell’indagine saranno resi integralmente disponibili nell’estate di quest’anno.
Fra le banconote in euro quella da €50 è la più diffusamente utilizzata. Con oltre 9 miliardi di esemplari in circolazione, rappresenta il 46% di tutte le banconote in euro. I biglietti da €50 della prima serie continueranno ad avere corso legale e a essere utilizzati insieme a quelli della nuova serie, mentre procederà gradualmente il loro ritiro dalla circolazione.

Le nuove banconote da €100 e €200 saranno emesse all’inizio del 2019.

Per eventuali richieste gli organi di informazione sono invitati a contattare Eszter Miltényi-Torstensson (tel. +49 69 1344 8034).

Nota:
L’indagine si basa su un diario compilato giornalmente da 65.281 partecipanti tra ottobre 2015 e luglio 2016. Si richiedeva loro di annotare tutti i pagamenti effettuati presso i punti di vendita, quali supermercati, negozi di beni durevoli, bar, ristoranti e mercati rionali. L’indagine della BCE ha riguardato 17 paesi. Ricerche nazionali sono state condotte con metodologie simili dalle banche centrali di Germania e Paesi Bassi.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Euro (EUR)

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.