I 5 titoli ad alto dividendo nel portafoglio di Warren Buffett

Pierandrea Ferrari

25/04/2021

05/05/2021 - 13:04

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Il dividend yield del mercato azionario è ai minimi degli ultimi dieci anni, ma il finanziere Warren Buffett mantiene nel suo portafoglio 5 titoli con rendimento sopra al 2%. Quali sono?

I 5 titoli ad alto dividendo nel portafoglio di Warren Buffett

Non è di certo la stagione d’oro dei dividendi, visto che i rendimenti dei titoli azionari sono di fatto ai minimi degli ultimi dieci anni. Tuttavia, dal portafoglio del finanziere USA Warren Buffett, Gran visir dei mercati e numero uno del fondo Berkshire Hathaway, spuntano 5 titoli con un dividendo “aristocratico”, che fa gola.

Quali sono? Ecco una lista, in ordine di dividend yield, dei titoli da tenere d’occhio.

1. Chevron

Dividend yield: 5%

Al primo posto Chevron, Moloch del settore petrolifero con base a San Ramon, California. Il titolo è quotato al NYSE e offre una dividend yield succoso, 5%. Il settore energetico, del resto, è particolarmente ricco di titoli ad alto dividendo, ma buona parte delle società sono crivellate di debiti.

Chevron, da inizio 2021, ha realizzato un rialzo del 20,3%, che scende al 17,4% su base annua, per una capitalizzazione di mercato da 196 miliardi. Buone notizie: secondo gli analisti, con la graduale riapertura post-pandemia – il greggio texano Wti è già sopra i 60 dollari al barile - il player californiano sembra ben posizionato per capitalizzare il ritorno alle abitudini di consumo, e il dividend yield potrebbe essere visto al rialzo.

2. AbbVie

Dividend yield: 4,6%

Di poco scalzata dal trono AbbVie, spin-off di Abbott Laboratories, con un dividend yield del 4,6%. Si tratta di una multinazionale che opera nel settore biofarmaceutico, con una market cap da 196 miliardi. Una preda perfetta per Buffett, che guarda da tempo all’industria healthcare.

Sulla Borsa newyorchese il titolo scambia a 111,5 dollari, in rialzo del 5,7% year-to-date e del 35,9% anno su anno. Campanello d’allarme: gran parte delle entrate di AbbVie sono legate ad un farmaco commercializzato come Humira, per il trattamento del morbo di Crohn. I ricavi sono visti in progressiva diminuzione per i prossimi anni, e la società sta concentrando gli sforzi sulla produzione di nuovi farmaci.

3. Coca Cola

Dividend yield: 3,1%

Sull’ultimo gradino del podio Coca Cola, il colosso statunitense quotato al NYSE, indice Dow Jones e S&P500, e da sempre nel portafoglio del tycoon. Il dividend yield è al 3,1%, e secondo gli analisti è probabile che Coca Cola, anche in futuro, continui a distribuire buona parte del suo flusso di cassa agli azionisti.

In Borsa, il gigante delle bibite continua a viaggiare a gonfie vele, con un +2,8% year-to-date e un +20,3% anno su anno. Market cap stellare, 234 miliardi. Ma occhio ai fondamentali: la pandemia ha accelerato il crollo delle entrate, ora a 33 miliardi, e il graduale shift dei consumatori verso prodotti più salutari, visibile già prima della crisi, rischia di consolidare questo trend.

4. Johnson&Johnson

Dividend yield: 2,5%

Al quarto posto Johnson&Johnson, Big Pharma un tempo nota per il suo talco, e ora in prima linea (anche in Italia) sul fronte Covid. Il titolo, sul NYSE, scambia a 166 dollari, in rialzo del 6,4% da inizio 2021 e del 6,7% in un anno, con una valutazione di 436 miliardi. Il dividend yield è del 2,5%.

Secondo gli analisti, J&J è comparabile a Coca Cola. Il titolo non è economico e la società non cresce in fretta, ma ha un track record che molti investitori a caccia di dividendo amano. E, soprattutto, il suo successo non è legato ai vaccini. Al contrario, almeno per quest’anno, la Big Pharma non prevede di generare profitti con il suo siero.

5. Procter&Gamble

Dividend yield: 2,3%

All’ultimo posto Procter&Gamble, che al pari di Coca Cola e Johnson&Johnson ha aumentato il suo dividendo per 57 anni consecutivi. Si tratta di una multinazionale americana di beni di largo consumo, è quotata sul NYSE e scambia a 134,1 dollari, in ribasso da inizio 2021 ma a +12,6% in un anno. Il dividend yield è al 2,3%.

Secondo gli analisti, quello di Procter&Gamble, sebbene sul fondo classifica, è il dividendo più sicuro, e il titolo è un better buy rispetto a Coca Cola e Johnson&Johnson.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.