Volkswagen: stop a tutte le operazioni in Iran su spinta di Trump

L’amministrazione Trump avrebbe convinto Volkswagen ad abbandonare tutti i suoi affari in Iran per rispettare le sanzioni imposte al Paese. L’indiscrezione di Bloomberg

Volkswagen: stop a tutte le operazioni in Iran su spinta di Trump

L’amministrazione Trump ha spinto Volkswagen a rispettare le sanzioni imposte sull’Iran e a mettere rapidamente fine a quasi tutti i suoi affari in ballo nel Paese.

L’indiscrezione arriva da Bloomberg, che ha parlato di ripetuti colloqui nelle ultime settimane tra l’amministrazione statunitense e il colosso automobilistico, al fine di rivedere i dettagli di un accordo che ha portato l’azienda tedesca ad abbandonare quasi del tutto le sue operazioni a Teheran.

Le discussioni sarebbero state portate avanti dall’ambasciatore USA in Germania Richard Grenell, che avrebbe permesso a Volkswagen di operare sul territorio iraniano solo in caso di missioni umanitarie.

Per il momento né l’azienda tedesca né nessun portavoce dell’esecutivo degli Stati Uniti hanno confermato o smentito la circostanza.

È certo però che Volkswagen ha monitorato attentamente gli sviluppi economici e politici in Iran negli ultimi tempi.

Trump porta Volkswagen fuori dall’Iran

Secondo quanto riferito dal quotidiano di New York, l’ambasciatore Grenell ha dichiarato che la casa automobilistica si è detta pronta a rispettare le sanzioni statunitensi sull’Iran.

L’esposizione di Volkswagen al mercato iraniano è modesta, ma la decisione della compagnia ha un forte valore simbolico, contrastando nettamente col parere espresso dall’Unione europea, secondo cui l’Iran dovrebbe restare nell’accordo nucleare.

Trump ha ritirato gli Stati Uniti dal patto internazionale raggiunto nel 2015 lo scorso maggio.

Solo poco tempo dopo, a luglio del 2017, Volkswagen aveva annunciato l’intenzione di vendere auto in Iran, firmando un contratto con l’importatore locale Mammut Khodro per portare a Teheran diversi veicoli.

Andreas Renschler, dell’unità veicoli commerciali Volkswagen, ha dichiarato martedì che la sua divisione ha sospeso i piani d’espansione in Iran.

Il parere di Trump a riguardo era stato particolarmente chiaro. Il tycoon aveva invitato i Paesi e aziende a fare una scelta: “tra la più grande economia del mondo o l’Iran”.

La mossa renderà ora ancora più difficile per i leader dell’Unione europea guidati da Federica Mogherini, alto rappresentante per gli affari esteri, convincere l’Iran a rispettare i termini dell’accordo.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Volkswagen

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.