Vaccino Covid, in arrivo un nuovo siero di Astrazeneca contro le varianti in autunno

Martino Grassi

5 Febbraio 2021 - 10:28

condividi
Facebook
twitter whatsapp

AstraZeneca ha annunciato l’arrivo di un nuovo vaccino il prossimo autunno contro le varianti del Covid. Ecco cosa sappiamo.

Vaccino Covid, in arrivo un nuovo siero di Astrazeneca contro le varianti in autunno

AstraZenenca ha annunciato l’arrivo di un nuovo vaccino contro le varianti del Covid, che con molta probabilità potrebbe essere disponibile già a partire dal prossimo autunno.

Si chiamerà “Nex-Gen vaccine”, ossia, vaccino di nuova generazione e diventerà una nuova arma per fronteggiare tutte le mutazioni che stanno preoccupando la comunità scientifica e i governi di diversi Stati e che potrebbero rendere inutili gli attuali vaccini. Ecco cosa sappiamo.

Nuovo vaccino AstraZeneca contro le nuove varianti in arrivo

AstraZeneca, che ha da poco attenuto il via libera dall’Ema per il suo candidato, ha annunciato l’arrivo di un nuovo vaccino contro il Covid a partire dal prossimo autunno. La notizia è stata diffusa proprio dal team di ricerca dell’Università di Oxford che ha già sviluppato le prime dosi della casa farmaceutica.

Anche altre case farmaceutiche si stanno muovendo in questa direzione con l’obiettivo di creare dei farmaci in grado di bloccare la diffusione delle varianti del coronavirus. Anche se al momento i sieri già in somministrazione sembrano essere efficaci anche contro i nuovi ceppi di coronavirus, la situazione in futuro potrebbe mutare ulteriormente e proprio per questo motivo le case farmaceutiche hanno preferito giocare d’anticipo.

Il nuovo vaccino sarà prodotto velocemente

Il professor Andrew Pollard, alla guida del gruppo di ricercatori di Oxford, ha precisato che il nuovo vaccino potrà essere sviluppato in tempi molto stretti, “perché essenzialmente si tratta solo di cambiare la sequenza genetica o le varianti aggiornate”.

Un altro fattore che potrebbe ridurre i tempi è il fatto che la produzione e i test di laboratori non dovranno essere condotti attraverso studi clinici su larga scala, e inoltre gli impianti di produzione funzioneranno già a pieno regime.

I vaccini disponibili sono efficaci contro le varianti?

Ma i vaccini che attualmente vengono somministrati, ossia quello di Moderna e di Pfizer, sono efficaci contro le nuove varianti di coronavirus? Le mutazioni del Regno Unito, del Brasile e del Sud Africa sono più contagiose e potenzialmente anche più mortali, data la loro capacità di eludere la protezione garantita dagli attuali vaccini contro il Covid. Tuttavia le case farmaceutiche hanno precisato che il calo di efficacia degli antidoti è minimo, se non addirittura insignificante.

Ad oggi infatti sembra che i vaccini di Moderna, Pfizer, Johnson & Johnson e Novavax siano leggermente meno efficaci contro la variante sudafricana, anche se sono ancora in grado di proteggere contro le forme più gravi della malattia.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories