Vaccino Covid: per CDC reazioni allergiche “gravi”

Marco Ciotola

07/01/2021

06/07/2021 - 17:25

condividi

Sebbene molto rare, per i CDC le reazioni allergiche al vaccino anti-Covid possono essere 10 volte superiori a quelle del vaccino antinfluenzale

Sebbene molto rare, le reazioni allergiche al vaccino anti-covid targato Pfizer possono presentarsi in forme molto gravi, ben dieci superiori a quelle innescate dal vaccino antinfluenzale.

A rilevarlo gli statunitensi CDC - Centri controllo e prevenzione malattie - che hanno evidenziato 21 casi di anafilassi, ovvero una reazione allergica grave e pericolosa per la vita, anche se estremamente rara dopo la vaccinazione.

Va infatti sottolineato come siano quasi 2 milioni gli americani che hanno ricevuto la prima dose di vaccino Pfizer. Ciò significherebbe che circa 11 persone su 1 milione sperimenterebbero anafilassi.

Ma - rivelano - seppure molto contenuti si tratta comunque di numeri circa 10 volte superiori al tasso di gravi reazioni registrate dal vaccino antinfluenzale.

Vaccino Covid: per CDC reazioni allergiche “gravi”

È stata per prima Nancy Messonnier, direttrice del Centro malattie respiratorie dei CDC, a parlare dei rari casi di reazioni allergiche gravi.

Intervenuta nel corso di una teleconferenza a tema covid e vaccini, si è detta in ogni caso certa che ci troviamo di fronte a vaccinazioni sicure ed effetti collaterali in percentuali ridottissime.

Tuttavia il tasso di anafilassi riscontrate è alto rispetto ai vaccini antinfluenzali, anche se - chiarisce - si verifica quasi sempre su soggetti con una storia pregressa di gravi allergie:

“Il tasso di anafilassi per i vaccini Covid-19 può sembrare alto rispetto ai vaccini antinfluenzali, ma voglio rassicurare tutti che parliamo ancora di casi rari”

, ha spiegato la dottoressa Messonnier.

In più, ha aggiunto che il dati si possono applicare sia al vaccino Pfizer che al vaccino targato Moderna, visto che entrambi i colossi farmaceutici strutturano i preparati su una base di mRNA.

Un portavoce di Pfizer in risposta alla CNBC non ha commentato direttamente i casi di anafilassi, ma ha solo evidenziato come la compagnia monitori la situazione a aggiorni il quadro delle eventuali reazioni riscontrate dai pazienti con costanza:

“Monitoriamo attentamente tutte le segnalazioni che suggeriscono gravi reazioni allergiche a seguito della vaccinazione e, se necessario, aggiorniamo voci e avvertimenti contenuti nel bugiardino”.

Argomenti

Iscriviti a Money.it