Stralcio cartelle: come verificare se i propri debiti si possono cancellare

Rosaria Imparato

6 Luglio 2021 - 17:27

condividi

Con il servizio della Riscossione si può controllare se i propri debiti si possono cancellare grazie allo stralcio delle cartelle del Dl Sostegni: ecco come.

Stralcio cartelle: come verificare se i propri debiti si possono cancellare

Come controllare se i propri debiti fanno parte delle cartelle stralciate? L’Agenzia delle Entrate-Riscossione ha messo a disposizione dei contribuenti un nuovo servizio, con cui è possibile verificare se le proprie cartelle sono state ammesse alla pace fiscale del decreto Sostegni.

Lo stralcio dei debiti infatti avviene in automatico, ed è bene che i cittadini con carichi pendenti affidati alla Riscossione controllino la propria situazione.

Stralcio cartelle: come verificare se i propri debiti si possono cancellare

Verificare se i propri debiti fanno parte della definizione agevolata del decreto Sostegni è molto semplice: basta collegarsi all’apposito portale online e accedere coi propri dati. Viene richiesto:

  • il codice fiscale;
  • il numero comunicazione inviata da Agenzia delle entrate-Riscossione;
  • la data comunicazione inviata da Agenzia delle entrate-Riscossione;
  • l’email di riferimento.

Una volta compilato il form di accesso si entra nell’area personale e si può verificare la propria situazione fiscale.

Stralcio cartelle fino a 5.000 euro: i requisiti

Lo stralcio delle cartelle previsto dal decreto Sostegni non è un condono generalizzato, ma prevede dei paletti precisi. I requisiti per avere diritto alla cancellazione dei propri debiti sono:

  • avere delle cartelle fino a 5.000 euro relative al periodo 2000 - 2010;
  • aver avuto nel 2019 un reddito fino a 30.000 euro.

Il servizio messo a disposizione dalla Riscossione è valido solo per i contribuenti in regola con i pagamenti delle rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio del 2019.

I cittadini che dalla verifica del proprio piano di pagamento dovessero trovare debiti potenzialmente annullabili, potranno stampare in autonomia i moduli da utilizzare per il versamento delle rate ancora dovute, calcolate al netto delle somme relative ai carichi stralciabili.

Iscriviti a Money.it