Spread ed elezioni Emilia Romagna: quale impatto?

Spread BTP-Bund ed elezioni Emilia Romagna: impatto e conseguenze del voto sui titoli di Stato

Spread ed elezioni Emilia Romagna: quale impatto?

Lo spread BTP-Bund e le elezioni in Emilia Romagna sotto la lente.

Nella giornata di domani, domenica 26 gennaio 2020, prenderà il via l’attesa consultazione elettorale nella quale i cittadini saranno chiamati ad esprimere la propria preferenza regionale.

In molti hanno identificato nelle elezioni in Emilia Romagna un vero e proprio banco di prova per l’esecutivo che dovrà mostrarsi particolarmente resiliente. Lo spread BTP-Bund sarà uno dei monitorati speciali nel momento in cui i risultati del voto saranno chiari.

Spread BTP-Bund ed Elezioni Emilia Romagna: quale impatto?

Il differenziale di rendimento fra titoli di Stato italiani decennali e titoli tedeschi di pari scadenza è tornato sotto i riflettori a metà settimana, quando Luigi Di Maio ha annunciatole sue dimissioni dalla guida del Movimento 5 Stelle.

In molti hanno temuto per la tenuta dell’esecutivo, ma dopo le decisioni del Ministro degli Esteri l’attenzione è tutta tornata sulle elezioni emiliane.

È opinione unanime che in caso di vittoria del centrodestra il mercato tornerà a prezzare l’ipotesi di caduta del governo. Molto probabilmente lo spread BTP-Bund reagirà in questo caso con rialzi decisi.

Dello stesso avviso Loredana Federico e Chiara Cremonesi, rispettivamente chief italian economist e strategist di Unicredit, che in una recente analisi pubblicata da Milano Finanza hanno tentato di prevedere l’andamento del differenziale in occasione del voto.

In linea di massima, hanno affermato le analiste, eventuali tensioni interne saranno probabili ma non si riveleranno così profonde da condurre l’Italia alle elezioni anticipate. Per dirla con le loro stesse parole, le motivazioni che hanno spinto alla nascita dell’attuale governo non verranno scalfite.

Certo è che un’eventuale sconfitta del centrosinistra alle elezioni in Emilia Romagna potrebbe portare lo spread BTP-Bund a volare intorno ai 200 pb. Nell’ipotesi più remota di voto anticipato, invece, il differenziale potrebbe balzare sui 250.

“In questo scenario i mercati dovrebbero incorporare l’incertezza dovuta alle elezioni anticipate, ma anche l’alta probabilità che si formi un governo guidato dalla Lega. Anche se non crediamo che riapparirebbe una retorica anti-euro (questa è la ragione per cui non ci aspettiamo lo spread a 300 punti base come nel 2018), tuttavia potrebbero riemergere incertezze in termini di sostenibilità fiscale”.

La reazione dello spread BTP-Bund alle elezioni in Emilia Romagna verrà attentamente monitorata con l’avvio della nuova settimana. L’esito del voto sarà un ostacolo piuttosto arduo per l’esecutivo di Giuseppe Conte.

Iscriviti alla newsletter Risparmio e Investimenti per ricevere le news su Spread Italia

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.