Elezioni Emilia Romagna 2020, guida al voto: candidati e liste

Elezioni regionali Emilia Romagna 2020: tutto quello che c’è da sapere con la data e gli orari del voto, chi sono i candidati presidente e quelli presenti nelle liste a loro sostegno.

Elezioni Emilia Romagna 2020, guida al voto: candidati e liste

Si avvicinano sempre più le elezioni regionali in Emilia Romagna di domenica 26 gennaio, che si preannunciano essere le più incerte di sempre visti i risultati delle ultime elezioni europee e amministrative, dove il centrodestra ha fatto il pieno di voti strappando anche la guida di comuni come Ferrara e Forlì.

Qui la Diretta live del voto: dalle 23 risultati ed exit poll

Con i sondaggi che prima dello stop alla loro pubblicazione in maniera più che discordante hanno provato a dipingere l’attuale scenario elettorale, sul voto in Emilia Romagna si sono concentrate tutte le attenzioni nazionali viste le ripercussioni che ci potrebbero essere sulla tenuta del governo in base al risultato che uscirà fuori dalle urne.

Il governatore uscente di centrosinistra Stefano Bonaccini è in corsa per cercare di ottenere un secondo mandato, ma non ci sarà un accordo con il Movimento 5 Stelle dopo il flop del voto in Umbria visto che i pentastellati dopo l’esito del voto su Rousseau hanno scelto di puntare sull’imprenditore Simone Benini.

La crescita fatta registrare ultimamente dal centrodestra (soprattutto dalla Lega) che come candidata ha scelto la senatrice del Carroccio Lucia Borgonzoni, rende queste elezioni regionali in Emilia Romagna più che equilibrate con la coalizione che sogna uno storico colpaccio.

Leggi anche la nostra GUIDA ALLE REGIONALI 2020 IN ITALIA

La data delle elezioni in Emilia Romagna

In Emilia Romagna in teoria si doveva votare nel 2019 in autunno così come è avvenuto nel 2014 quando le urne si aprirono in data 23 novembre, ma già da tempo si era capito che i tempi sarebbero stati più lunghi.

Per permettere però alla Giunta uscente di approvare il Bilancio, evitando così il pericoloso l’esercizio provvisorio, alla fine è stato deciso uno slittamento a domenica 26 gennaio 2020 in concomitanza con le elezioni regionali in Calabria

I seggi si apriranno alle ore 07:00 e resteranno aperti fino alle ore 23:00, con lo spoglio dei voti che inizierà subito dopo la chiusura delle urne e andrà avanti per tutta la notte.

Per votare occorre recarsi al proprio seggio muniti di tessera elettorale e di un documento di riconoscimento in corso di validità e in buono stato, tale da permettere l’identificazione della persona.

Leggi anche Elezioni Emilia Romagna: fac-simile scheda e legge elettorale

I candidati

Chiusi i termini per la presentazione delle candidature e delle liste, saranno sette gli aspiranti governatori che si sfideranno il prossimo 26 gennaio. Ecco chi sono e da quali partiti o liste saranno appoggiati.

  • Domenico Battaglia - Movimento 3V
  • Simone Benini - Movimento 5 Stelle
  • Laura Bergamini - Partito Comunista
  • Stefano Bonaccini - Partito Democratico, Europa Verde, +Europa, Volt, Emilia Romagna Coraggiosa, Bonaccini Presidente
  • Lucia Borgonzoni - Lega, Fratelli d’Italia, Forza Italia, Cambiamo-Il Popolo della Famiglia, Borgonzoni Presidente, Giovani per l’Ambiente
  • Marta Collot - Potere al Popolo
  • Stefano Lugli - L’Altra Emilia Romagna

Qui tutti i candidati presenti in lista nelle nove circoscrizioni

Lo scorso ottobre l’attuale governatore Stefano Bonaccini si è detto disponibile a una nuova candidatura per un secondo mandato. Il centrosinistra quindi non è dovuto ricorrere alle primarie come cinque anni fa.

Bonaccini alla fine ha costruito una coalizione formata da sei liste con la novità di Volt, il movimento panaeuropeo che inizialmente aveva pensato di correre per conto proprio, oltre alla quasi totalità delle forze di centrosinistra.

Nella lista Emilia Romagna Coraggiosa sono confluiti Sinistra Italiana e Articolo 1-MDP, mentre con Bonaccini Presidente si annoverano esponenti di Italia in Comune, Italia Viva, Azione e Possibile.

Sarà più che frammentata la sinistra con ben tre candidati. Stefano Lugli ha deciso di candidarsi con L’Altra Emilia Romagna una lista sostenuta da Rifondazione Comunista, Partito Comunista Italiano e Partito del Sud.

Leggi anche la nostra Intervista a Stefano Lugli

Potere al Popolo hanno invece deciso di puntare sulla lavoratrice precaria Marta Collot, mentre Partito Comunista di Marco Rizzo è riuscito a raccogliere le 5.000 firme necessarieufficializzando così la candidatura di Laura Bergamini.

Correrà da solo il Movimento 5 Stelle nonostante le ripetute aperture di Bonaccini a una alleanza. Dopo il voto su Rousseau che ha sancito la presenza alle urne dei pentastellati, sempre la piattaforma ha incoronato l’imprenditore Simone Benini come il proprio candidato.

Sarà unito il centrodestra che punta al colpaccio, con la Lega che ha scelto la senatrice Lucia Borgonzoni. Oltre al Carroccio ci saranno Fratelli d’Italia, Forza Italia, Cambiamo e Il Popolo della Famiglia in tandem e due liste civiche.

In queste elezioni regionali ci sarà infine anche la presenza del Movimento 3V Vaccini Vogliamo Verità, che ha scelto come proprio candidato il medico Domenico Battaglia.

Leggi anche i Programmi elettorali a confronto dei candidati

Iscriviti alla newsletter

Money Stories