Chi sono i soggetti esclusi dallo spesometro 2018?

Spesometro 2018: soggetti esclusi dall’obbligo di invio telematico dell’elenco clienti e fornitori relativo al primo semestre di quest’anno.

Chi sono i soggetti esclusi dallo spesometro 2018?

Spesometro primo semestre 2018: chi sono i soggetti esclusi? Dopo aver visto chi sono i soggetti obbligati, soffermiamoci ora sull’elenco dei contribuenti esonerati da questo adempimento.

I soggetti esclusi ed esonerati dall’obbligo di predisposizione ed invio telematico dell’elenco clienti e fornitori - cd “spesometro” - relativo al primo semestre 2018 sono stati recentemente oggetto di ulteriori interventi normativi.

Il recente “Decreto Dignità”, infatti, ha esteso l’esonero dallo spesometro 2018 per tutti i produttori agricoli di cui all’articolo 34, comma 6, del d.p.r. 633/1972 (in precedenza l’esclusione operava solo ed esclusivamente per gli agricoltori operanti nelle zone montane).

Ecco l’elenco completo dei soggetti esclusi dallo spesometro relativo al primo semestre 2018, in scadenza il prossimo 1° ottobre.

Spesometro 2018: soggetti esclusi

I soggetti esclusi dall’obbligo di predisposizione ed invio telematico dello spesometro relativo al primo semestre 2018 sono contribuenti operanti in regimi IVA peculiari o agevolati, o ancora le amministrazioni pubbliche.

Ecco l’elenco completo dei soggetti esclusi ed esonerati dallo spesometro 2018:

  • i contribuenti minimi e forfettari;
  • le amministrazioni pubbliche di cui all’articolo 1, comma 2, della legge 31 dicembre 2009, n. 196, nonché le amministrazioni autonome, sono escluse dalla comunicazione delle operazioni rilevanti ai fini IVA di cui al provvedimento del 2 agosto 2013;
  • i commercianti al minuto di cui all’articolo 22 del d.p.r. 633/1972 sono esclusi dalla comunicazione delle operazioni attive di importo unitario inferiore a 3.000 euro, al netto dell’IVA;
  • i soggetti di cui all’articolo 74-ter del d.p.r. 633/1972 sono esclusi dalla comunicazione delle operazioni attive di importo unitario inferiore a 3.600 euro, al lordo dell’IVA;
  • i soggetti di cui all’articolo 34, comma 6, del d.p.r. 633/1972. Come si diceva ad inizio articolo, si tratta dei contribuenti operanti nel regime speciale per i produttori agricoli, oggetto di un ulteriore e recente intervento normativo di estensione dell’esonero per tutti i soggetti che beneficiano di questo particolare regime.

Scadenze spesometro 2018

Ecco di seguito tutte le scadenze relative ai dati delle fatture emesse e ricevute nel 2018, considerando anche le (di fatto ininfluenti) novità introdotte dal Decreto Dignità:

PeriodoScadenza spesometro 2018 trimestraleScadenza spesometro 2018 semestrale
Primo trimestre 31 maggio /
Secondo trimestre 30 settembre (slitta a lunedì 1° ottobre) 30 settembre - esercizio opzione invio semestrale (slitta a lunedì 1° ottobre)
Terzo trimestre 28 febbraio anno successivo /
Quarto trimestre 28 febbraio anno successivo 28 febbraio anno successivo - esercizio opzione invio semestrale

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Spesometro

Argomenti:

IVA Fattura Spesometro

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.