Sondaggi politici: tonfo PD, M5S primo partito e assieme alla Lega quasi al 60%

Un sondaggio di EMG riporterebbe i 5 Stelle a essere il primo partito e la Lega dietro, con i due partiti assieme che avrebbero una maggioranza bulgara.

Sondaggi politici: tonfo PD, M5S primo partito e assieme alla Lega quasi al 60%

Tiene botta il Movimento 5 Stelle come primo partito e mantiene a distanza una arrembante Lega, ridimensionati Partito Democratico e Forza Italia mentre rimangono stabili Fratelli d’Italia e Liberi e Uguali.

Questo è il responso di un sondaggio politico elettorale realizzato dall’istituto EMG Acqua e diramato in data 10 luglio durante la trasmissione Agorà. Il dato più significativo dell’indagine è che i due partiti che sostengono il governo Conte assieme avrebbero il 57,5%.

Un sondaggio che premia il governo

L’attuale maggioranza parlamentare sembrerebbe poter contare sul sostegno di quasi sei italiani su dieci. Questo è quanto emergerebbe dal sondaggio realizzato da EMG, dove i due partiti di governo insieme sarebbero ben oltre la maggioranza assoluta.

Ecco la stima dell’istituto al 10 luglio, con tra parentesi i voti presi alle elezioni politiche del 4 marzo.

  • Movimento 5 Stelle - 30% (32,7%)
  • Lega - 27,5% (17,4%)
  • Partito Democratico - 17,5% (18,7%)
  • Forza Italia - 10,2% (14%)
  • Fratelli d’Italia - 4,4% (4,3%)
  • Liberi e Uguali - 3,5% (3,4%)
  • Potere al Popolo - 1,8% (1,1%)
  • Più Europa - 1,6% (2,5%)
  • Altri centrosinistra - 1,2% (1,5%)
  • Noi con l’Italia - 0,9% (1,3%)
  • Altri - 1,4% (3,1%)

Contrariamente da quanto emerso da altre indagini, al momento per EMG sarebbe il Movimento 5 Stelle il primo partito del paese, in vantaggio su una Lega che comunque rispetto al voto dello scorso 4 marzo sta letteralmente volando.

Il carroccio avrebbe sottratto voti soprattutto a Forza Italia, con Fratelli d’Italia tutto sommato stabile, oltre con ogni probabilità ad aver cannibalizzato le tante sigle di destra del nostro panorama politico.

Nel centrosinistra continua la crisi di un Partito Democratico che non riesce a riorganizzarsi dopo la scoppola elettorale. Se Liberi e Uguali galleggia sopra la soglia di sbarramento, al 3% punta anche Potere al Popolo che sta crescendo di settimana in settimana.

Attenzione al ribaltone

Il governo Conte può contare su un’ampia maggioranza alla Camera e una decente al Senato, dove comunque i numeri sono più risicati. Ampia governabilità quindi legittimata anche dai dati di questo sondaggio.

  • Centrodestra - 43%
  • Movimento 5 Stelle - 30%
  • Centrosinistra - 20,3%
  • Liberi e Uguali - 3,5%
  • Potere al Popolo - 1,8%

Se però andiamo a vedere le percentuali considerando gli schieramenti politici che si sono presentati alle ultime elezioni, per i 5 Stelle si potrebbero accendere alcuni campanelli d’allarme.

Il centrodestra infatti ufficialmente non è sciolto e ha fatto bottino pieno alle ultime regionali e amministrative. Nel caso si tornasse alla urne, la coalizione stando al Rosatellum e al sondaggio riuscirebbe a ottenere la maggioranza con Salvini che finirebbe dritto a Palazzo Chigi.

La Lega quindi può giocare su due fronti, mettendo in qualche modo sotto pressione gli alleati di governo che a questo punto tutto potrebbero volere tranne che tornare di nuovo alle urne.

L’obiettivo quindi è cercare di tenere coesa la maggioranza ed evitare crisi di governo, con la Lega forte dei sondaggi che a questo punto ha il coltello dalla classica parte del manico.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Sondaggi politici

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.