Sondaggi elettorali, vola il Pd: oltre due punti di vantaggio su Lega, Fdi e M5s

Stefano Rizzuti

8 Novembre 2021 - 17:55

condividi

L’ultimo sondaggio realizzato dall’Istituto Ixè evidenzia l’ascesa del Pd: quello di Enrico Letta è il primo partito con un netto vantaggio su Lega, Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle.

Sondaggi elettorali, vola il Pd: oltre due punti di vantaggio su Lega, Fdi e M5s

Il Pd vola. I dem sono nettamente il primo partito mentre Lega, Fratelli d’Italia e Movimento 5 Stelle sono vicinissimi tra loro intorno al 18%. Sono questi i dati che emergono dall’ultimo sondaggio dell’Istituto Ixè.

Da una parte c’è il Pd che prende il largo e ha oltre due punti di vantaggio su tutti gli altri partiti, dall’altra c’è anche un’importante variazione rispetto alla rilevazione precedente, risalente a quasi due mesi prima (17 settembre): il Pd è l’unico partito ad avere aumentato - e di molto - i suoi consensi con le elezioni amministrative che il partito di Enrico Letta può affermare di aver vinto.

Le intenzioni di voto: Pd primo

Il Pd è nettamente il primo partito nel sondaggio Ixè: i dem raggiungono il 21% dei consensi mostrando un netto incremento di voti rispetto a settembre. Per il Partito Democratico si parla di un 1,6% guadagnato nel periodo a cavallo con le elezioni comunali di ottobre che hanno visto la vittoria del centrosinistra a Roma, Milano, Torino, Bologna e Napoli.

Sondaggi, in calo Lega e Fratelli d’Italia

Al contrario chi perde più consensi è la Lega. Il partito di Matteo Salvini ottiene mezzo punto percentuale in meno rispetto a settembre e non va oltre il 18,8% restando così nettamente staccato dal primo posto dei dem. Minore la discesa dei consensi per Fratelli d’Italia: il partito di Giorgia Meloni perde lo 0,2% e si attesta al 18%.

Esattamente la stessa percentuale del Movimento 5 Stelle: la leadership di Giuseppe Conte sembra non bastare a guadagnare voti, ma allo stesso non si registrano neanche variazioni negative per i pentastellati.

Sondaggi, chi guadagna voti: Fi, Azione e Iv

Più indietro sorride, anche se solo parzialmente, Forza Italia: il partito di Silvio Berlusconi guadagna lo 0,4% ma è ancora molto distante dai suoi alleati del centrodestra, fermandosi all’8,3%. Con la candidatura a sindaco di Roma e l’ottimo risultato ottenuto da Carlo Calenda, il suo partito - Azione - guadagna quasi l’1% di consensi e si attesta al 3,9%.

In calo sono invece sia Sinistra italiana (al 2% con lo 0,2% in meno) che Articolo 1 - Mdp (al 2,1% e in calo dello 0,4%). Risultati negativi - per entrambi perdita dello 0,2% - anche per Europa Verde all’1,5% e +Europa all’1,3%. Bene, invece, Italia Viva: guadagna lo 0,7% ma questo non basta per la risalita del partito di Matteo Renzi che si ferma solamente all’1,9%.

Chi vota chi: l’esito del sondaggio

Il sondaggio di Ixè analizza anche chi sono gli elettori dei singoli partiti. Nel caso del Pd si tratta più di uomini che di donne con la maggior parte dei consensi tra i giovani e ancor di più tra gli over 55. Si tratta soprattutto di persone che percepiscono la loro situazione economica come buona o ottima.

Per la Lega gli elettori sono soprattutto donne, persone di mezza età e con un equilibrio tra tutte le condizioni economiche percepite. Per Fratelli d’Italia si tratta in maggioranza di uomini, sia over 45 che giovani. Le condizioni economiche sono ritenute sufficienti o buone.

Gli elettori del Movimento 5 Stelle tendenzialmente hanno meno di 44 anni e percepiscono come critiche le loro condizioni economiche. Infine a votare Forza Italia sono soprattutto donne, con più di 45 anni e che vivono in una situazione economica ottima o sufficiente.

Iscriviti a Money.it