Scontrino elettronico 2019, in arrivo l’app AdE per memorizzazione e trasmissione

Scontrino elettronico 2019, memorizzazione e trasmissione dei corrispettivi giornalieri tramite un’app web dell’Agenzia delle Entrate. La novità è contenuta nel provvedimento del 18 aprile.

Scontrino elettronico 2019, in arrivo l'app AdE per memorizzazione e trasmissione

Scontrino elettronico 2019, è in arrivo un’app dell’Agenzia delle Entrate per la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi.

In vista dell’entrata in vigore dell’obbligo di trasmissione dei corrispettivi giornalieri, l’Agenzia delle Entrate ha annunciato l’arrivo di nuovi servizi web con la pubblicazione del provvedimento del 18 aprile 2019.

Si partirà il 1° luglio 2019, giorno a partire dal quale saranno obbligati allo scontrino elettronico i soggetti con volume d’affari superiore a 400.000 euro.

A partire dal 1° gennaio 2020 invece la memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri diventerà obbligatoria per tutti gli esercenti commercio al minuto ed attività assimilate.

Si tratterà di una rivoluzione così come lo è stato l’avvio dell’obbligo di fatturazione elettronica. Il provvedimento del 18 aprile 2019 dell’Agenzia delle Entrate apre il ciclo di novità che si rendono necessarie per dare il via allo scontrino elettronico obbligatorio per i negozianti.

Scontrino elettronico 2019, in arrivo l’app AdE per memorizzazione e trasmissione

La memorizzazione elettronica e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri potrà essere effettuata mediante una procedura web gratuita che l’Agenzia delle Entrate metterà a disposizione dei titolari di partita IVA all’interno dell’area riservata del portale online.

Si potrà predisporre e trasmettere lo scontrino elettronico anche mediante l’app che sarà contestualmente predisposta dall’Agenzia delle Entrate.

Sono queste le due importanti novità contenute nel provvedimento del 18 aprile 2019, con il quale vengono attualizzate le regole operative relative alla memorizzazione e trasmissione telematica dei corrispettivi giornalieri contenute nel provvedimento del 28 ottobre 2016.

Tra le modifiche, il nuovo provvedimento elimina ogni riferimento all’opzione per l’invio telematico dei corrispettivi, tenuto conto che si tratterà a breve di un obbligo che coinvolgerà tutti i soggetti di cui al DPR n. 633/1972, ovvero coloro che sono rimasti fuori dall’obbligo di fatturazione elettronica.

Agenzia delle Entrate - provvedimento del 18 aprile 2019
Modifiche al Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle entrate n. 182017 del 28 ottobre 2016 in tema di memorizzazione elettronica e trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri

Scontrino elettronico obbligatorio dal 1° luglio 2019

A disciplinare l’obbligo di scontrino elettronico sono i commi 3 e 4, articolo 2 del decreto legislativo n. 127/2015. La memorizzazione e la trasmissione telematica dei dati dei corrispettivi giornalieri dovranno essere effettuati mediante strumenti tecnologici che garantiscano l’inalterabilità e la sicurezza dei dati.

Il nuovo obbligo sostituirà l’emissione dello scontrino cartaceo e della ricevuta fiscale, la modalità tradizionale di certificazione delle operazioni per tutti quei casi in cui non è obbligatoria l’emissione della fattura elettronica qualora non espressamente richiesta.

Lo scontrino elettronico partirà a fasi: inizialmente, a partire dal 1° luglio 2019, riguarderà i soggetti con volume d’affari (relativo al 2018) superiore a 400.000 euro.

A partire dal 1° gennaio 2020 si estenderà a tutti gli esercenti attività di commercio al minuto e assimilate.

È atteso inoltre a breve anche il decreto del MEF relativo ai soggetti esonerati, passo altrettanto importante che decreterà quali sono le attività per le quali non bisognerà dire “addio” alla carta.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Scontrino fiscale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.