Sciopero dei trasporti, la prossima settimana 2 giorni di stop: ecco quando e orari

Ilena D’Errico

08/07/2023

La prossima settimana si terrà uno sciopero nazionale dei trasporti, con ben due giorni di stop per treni e aerei. Ecco quando, in quali orari e quali sono le rotte garantite.

Sciopero dei trasporti, la prossima settimana 2 giorni di stop: ecco quando e orari

La prossima settimana ci aspetta un massiccio sciopero dei trasporti, con ben 2 giorni di stop. Giovedì 13 luglio tocca ai treni, con lo sciopero del personale di Italo e Trenitalia, mentre sabato 15 sarà la volta delle compagnie aeree e degli aeroporti. Vediamo nel dettaglio gli orari degli scioperi e quali sono le tratte garantite.

Sciopero nazionale treni, quando e in quali orari

Lo sciopero nazionale dei treni a cui aderiranno il personale di Trenitalia e quello di Italo è stato indetto dalle organizzazioni sindacali Filt-Cgil, Fit-Cisl, Uiltrasporti, Ugl Ferrovieri, Slm fast consfal e Orsa ferrovie uno. A causa della protesta sono quindi molto probabili ritardi e perfino cancellazioni dei treni Frecce, degli Intercity e anche dei treni Regionali di Trenitalia.

Ci si aspetta comunque che il disservizio inizi a causare problematiche ben prima ai trasporti ferroviari, potendo comportare già in questi giorni alcuni disagi ai viaggiatori. Considerando l’entità stimata dello sciopero, poi, non si può sperare che la situazione rientri nella norma nell’immediato, si tratterà quindi di un periodo piuttosto complicato per viaggiare con il treno.

In ogni caso, l’effetto maggiore in termini di cancellazioni, totali o parziali, dei treni si avrà nelle giornate di sciopero, ovvero il 13 e il 14 luglio 2023. In particolare, lo sciopero nazionale dei treni comincierà alle ore 03:00 di giovedì 13, per terminare alle ore 02:00 di venerdì 14.

È quindi indispensabile verificare con i servizi ferroviari le condizioni prima di andare in stazione ed evitare così spiacevoli sorprese. Trenitalia ha comunque reso note alcune corse garantite anche durante lo sciopero:

Anche questo sciopero nazionale dei treni muove sulle stesse motivazioni della precedente protesta del 14 aprile, ritenuto inefficace. In particolare, le organizzazioni sindacali hanno lamentato che “permangono le criticità nella vertenza sindacale”, con riferimento a diverse mancate tutele per i lavoratori.

Nel mirino dei sindacati ci sono soprattutto i turni e la distribuzione del lavoro, considerati ad oggi inconciliabili con la vita privata, oltre che un piano di assunzioni e diverse operazioni di crescita aziendale con benefici per i clienti.

Sciopero dei trasporti, gli aeroporti e le compagnie aeree

Nella giornata di sabato 15 luglio si terrà, invece, uno sciopero dei trasporti che coinvolgerà il personale di aeroporti e compagnie aeree. In particolare, dalle 10 alle 18 ci sarà il fermo del personale di terra, con disservizi nella sosta in aeroporto e nel prelievo dei bagagli e nelle operazioni di check-in.

Sempre nella giornata di sabato 15, poi, protesteranno anche i piloti di Malta Air (che si occupa dei voli di Ryanair) e quelli di Vueling, questi ultimi insieme anche agli assistenti di volo. Lo sciopero nazionale della compagnia spagnola è stato indetto da Filt Cigl, Fit Cisl e Uiltrasporti, che sommariamente chiedono maggiore collaborazione con le rappresentanze sindacali per la tutela dei lavoratori.

In particolare, lo sciopero aereo sarebbe dedicato ad appoggiare la vertenza per il rinnovo del contratto collettivo, scaduto da 6 anni. In ogni caso, sabato 15 si fermeranno anche i piloti di Malta Air, nel dettaglio dalle 12 alle 16. Questo sciopero nazionale, che avrà importanti conseguenze per la compagnia irlandese Ryanair, è stato proclamato da Filt Cigl, Uiltrasporti e Ugl trasporto aereo. Il motivo principale sarebbero gli accordi sottoscritti per la categoria dei piloti e ritenuti insoddisfacenti, soprattutto per quanto concerne la retribuzione.

Le fasce orarie garantite restano quelle di tutela, ossia 07-10 e 18-21. Almeno per il resto della giornata di sabato, ma anche nei giorni a seguire, si attendono però disagi, ritardi e cancellazioni. Si invita pertanto a contattare le compagnie aeree prima di recarsi in aeroporto, dato che per il momento Enac non ha comunicato i voli garantiti.

Argomenti

# Aereo

Iscriviti a Money.it

Fai sapere la tua opinione e prendi parte al sondaggio di Money.it

Partecipa al sondaggio
icona-sondaggio-attivo