Colf, badanti e baby sitter, scadenza vicina per i contributi del 1° trimestre 2019

Lavoratori domestici, scadenza vicina per il pagamento dei contributi del 1° trimestre 2019 dovuti per colf, badanti e baby sitter. Si potrà versare l’importo dovuto dal 1° aprile e fino al termine ultimo di mercoledì 10.

Colf, badanti e baby sitter, scadenza vicina per i contributi del 1° trimestre 2019

Scadenza vicina per il pagamento dei contributi dei lavoratori domestici del 1° trimestre 2019.

Il termine ultimo per il pagamento è fissato a mercoledì 10 aprile ma già a partire dal prossimo lunedì 1 sarà possibile versare l’importo dovuto. A fare da promemoria ai datori di lavoro domestico tenuti ad adempiere all’obbligo è l’INPS, con la notizia pubblicata il 29 marzo 2019.

Restano le stesse le modalità di pagamento dell’importo dovuto, così come le scadenze da rispettare per il versamento dei contributi dovuti in favore di colf, badanti, baby sitter e tutta la generalità dei lavoratori domestici.

Lavoratori domestici, scadenza contributi del 1° trimestre il 10 aprile 2019

Dal 1° aprile al 10 aprile sarà possibile per i datori di lavoro domestico versare i contributi del 1° trimestre 2019 dei lavoratori domestici.

Si tratta di tutti coloro che hanno alle dipendente una badante, una colf o una baby sitter assunta con regolare contratto e che accanto all’imminente scadenza dovranno segnare in rosso sul calendario altre tre date.

Il versamento dei contributi domestici INPS si effettua entro le seguenti scadenze:

  • Primo trimestre 2019: 1-10 aprile 2019;
  • Secondo trimestre 2019: 1-10 luglio 2019;
  • Terzo trimestre 2019: 1-10 ottobre 2019;
  • Quarto trimestre 2019: 1-10 gennaio 2020.

Il mancato pagamento dei contributi entro la scadenza prevista comporta l’applicazione delle sanzioni Inps.

Rimandando alla circolare INPS e all’articolo di approfondimento per le regole di calcolo, vediamo di seguito come pagare i contributi dovuti per i lavoratori domestici entro la scadenza del 10 aprile 2019.

Contributi colf, badanti e baby sitter: come pagare

Sono diverse le modalità di versamento dei contributi dovuti dai datori di lavoro domestico.

Sarà possibile versare l’importo dovuto:

  • direttamente online tramite il portale dei pagamenti, con la modalità online pagoPA, con carta di credito, carta di debito oppure conto corrente bancario;
  • rivolgendosi ai soggetti aderenti al circuito “Reti Amiche”. Il pagamento è disponibile, senza necessità di supporto cartaceo, con codice fiscale e codice rapporto di lavoro:
    • presso le tabaccherie che aderiscono al circuito di Lottomatica e che espongono il logo Servizi INPS;
    • presso gli sportelli bancari di Unicredit SpA (con pagamento in contanti per tutti gli utenti o, per i correntisti Unicredit, anche con addebito sul conto corrente bancario);
    • tramite il sito del gruppo Unicredit SpA per i clienti titolari del servizio di banca online;
    • presso tutti gli sportelli di Poste Italiane;
  • utilizzando il bollettino MAV (Pagamento Mediante Avviso) inviato dall’INPS. Il bollettino può altrimenti essere generato:
    • direttamente online tramite il portale dei pagamenti all’interno della sezione lavoratori domestici;
    • presso le aree di front office delle sedi INPS, utilizzando lo sportello automatico per il cittadino con autenticazione mediante tessera sanitaria;
  • utilizzando l’avviso di pagamento pagoPA generato online tramite il portale dei pagamenti all’interno della sezione lavoratori domestici.

Iscriviti alla newsletter Fisco e Tasse per ricevere le news su Lavoro domestico

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.