Quali sono i rischi emergenti più allarmanti? In cima alla classifica non c’è il Covid

Antonio Cosenza

2 Ottobre 2021 - 22:30

condividi

Classifica dei rischi emergenti (AXA): non c’è più la pandemia in vetta, scivolata al terzo posto. Maggiori preoccupazioni per cambiamenti climatici e sicurezza informatica.

Quali sono i rischi emergenti più allarmanti? In cima alla classifica non c'è il Covid

Più passano i mesi e più l’allarme pandemia si sgonfia: i dati sono in netto miglioramento e l’avere a disposizione sempre più dosi di vaccino ci dà maggiori garanzie sul fatto che presto ne usciremo.

Considerazione che trovano conferme anche nel report della compagnia assicurativa AXA, la quale anche quest’anno - per l’ottava volta - ha stilato la classifica dei principali rischi emergenti nel mondo. Una classifica stilata prendendo in considerazione due punti di vista: da una parte quello degli esperti della gestione del rischio, dall’altra l’opinione pubblica.

Un sondaggio - realizzato con la collaborazione di Ipsos e Eurasia Group, società di consulenza di analisi geopolitica - che conferma quanto detto all’inizio, ovvero che la pandemia da Covid spaventa sempre meno. La pandemia, infatti, pur posizionandosi sull’ultimo gradino del podio, non è più il principale timore degli intervistati.

Quali sono i principali rischi emergenti nel mondo: le prime tre posizioni

Va detto che sono perlopiù gli esperti nella gestione del rischio a non temere più il Covid come era stato lo scorso anno (quando la pandemia era in vetta alla classifica). Oggi, il rischio relativo a pandemia e malattie infettive è sceso al terzo posto, ma resta ancora la preoccupazione più grande per l’opinione pubblica dove oltre il 70% di coloro che sono stati ascoltati ha rilevato di temere non tanto il Covid quanto lo scoppio di nuove pandemie o comunque l’arrivo di nuove varianti. Di questo insieme fa parte anche l’impatto dell’esposizione a lungo termine e sostanze tossiche.

Sorprende il secondo posto: uno dei rischi emergenti che più preoccupa, specialmente negli Stati Uniti (dove è diventata la prima preoccupazione), è quello che riguarda la sicurezza informatica. D’altronde, viviamo in una società dove, paradossalmente proprio grazie allo scoppio della pandemia, c’è stata una netta accelerazione della trasformazione digitale, alla quale però è seguito un aumento degli attacchi informatici (basti pensare a quanto successo nella Regione Lazio).

Al primo posto, invece, il tema dei cambiamenti climatici, in quanto c’è la convinzione che le società siano ancora troppo impreparate per affrontare questa sfida. Proprio nei giorni in cui Mario Draghi ha promesso a Greta Thunberg che convincerà, durante il prossimo G20, i vari Paesi che “è arrivato il momento di fare sul serio”.

Nel complesso, vale non solo per quest’ultima ma per tutti i rischi emergenti indicati nella classifica, c’è poca fiducia nella capacità dei Governi di affrontare da soli queste problematiche. Secondo il 55% degli intervistati, infatti, è necessario un approccio collettivo: solo così sarà possibile individuare soluzioni efficaci. Un po’ come detto da Mario Draghi, convinto che dal rischio rappresentato dai cambiamenti climatici se ne uscirà solamente tutti insieme.

Quali sono i principali rischi emergenti nel mondo: le altre posizioni della classifica

Nella quarta posizione della classifica ci sono invece i rischi causati dall’instabilità degli equilibri geopolitici. D’altronde le tensioni tra Stati Uniti e Cina non passano inosservate, e c’è il timore che ciò potrebbe portare allo scoppio di un conflitto.

In quinta posizione un altro rischio in parte connesso alla pandemia: il malcontento sociale che potrebbe sfociare in conflitti locali. Sono ancora nelle nostre teste, infatti, le immagini di Capitol Hill, come pure gli scontri scoppiati negli Stati Uniti dopo la morte di George Floyd.

In sesta posizione, invece, troviamo la crisi delle materie prime, mentre in settima le minacce terroristiche. In ottava, invece, c’è preoccupazione per la propria stabilità finanziaria, mentre in nona ci sono i timori per una nuova crisi economica.

Concludono la classifica, i pericoli connessi all’intelligenza artificiale e ai Big Data.

Argomenti

Iscriviti a Money.it