Anche Renzi si schiera nelle Primarie USA 2020: ecco con chi

Violetta Silvestri

05/03/2020

27/01/2021 - 12:11

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Matteo Renzi non perde occasione per stare in prima linea. Dopo il Super Tuesday, infatti, è arrivato il suo tweet sulle Primarie USA 2020, nel quale svela il suo endorsement ad uno dei candidati democratici.

Anche Renzi si schiera nelle Primarie USA 2020: ecco con chi

Matteo Renzi dice la sua anche sulle Primarie USA 2020, ancora sotto i riflettori dopo i risultati del Super Tuesday. Non è passata inosservata al leader di Italia Viva la vittoria di Joe Biden nella tornata elettorale del 3 marzo.

E, soprattutto, non è sfuggita la frenata di Bernie Sanders, il socialista statunitense considerato troppo a sinistra non solo negli Stati Uniti. Nel congratularsi con il trionfante ex vicepresidente di Obama, Renzi ha ufficializzato il suo endorsement e espresso una chiara opinione sulle diverse posizioni all’interno dei dem statunitensi.

In un sintetico tweet, Matteo Renzi ha confermato non solo il suo schieramento alle elezioni USA, ma ha confermato la sua visione politica. Ecco perché.

Renzi si schiera nelle primarie USA: cosa c’è dietro l’appoggio a Biden?

Matteo Renzi non perde occasione per stare in prima linea. Dopo il grande evento di politica internazionale, quale è il Super Tuesday nell’ambito delle Primarie USA 2020, ha voluto far sapere ai suoi seguaci twitter la sua posizione.

Il sostegno a Biden è forte e ben spiegato in una sola frase:
“Grande vittoria di Joe Biden nel Super Martedì della politica americana. Vincono i riformisti, non gli estremisti”.

Il punto più interessante, comunque, è la presa di distanza da Bernie Sanders, che si nasconde dietro quel termine “estremisti”. Renzi ribadisce la sua posizione moderata, che tradotta nel sistema politico italiano significa centrista, ben lontana dalle spinte progressiste radicali rappresentate dalla sinistra (e dal Pd, vista la decisione di staccarsi dal partito di Zingaretti.)

Anche lui, quindi, benedice la linea istituzionale, moderata e riformista - come la qualifica egli stesso - di Biden. Il modello socialista di Sanders, che appare ostico più in un sistema politico americano che in uno europeo, è respinto con convizione.

Dopo l’endorsement a Biden, di certo Renzi continuerà a seguire e commentare le Primarie USA 2020.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories