Renzi festeggia: ecco chi entra nel partito Italia Viva

Renzi festeggia e incassa l’ingresso nel suo partito Italia Viva di due nuovi membri, un senatore e una deputata. Di chi si tratta? I dettagli di questa ennesima diaspora da una formazione politica ad un’altra.

Renzi festeggia: ecco chi entra nel partito Italia Viva

Matteo Renzi alla riscossa in queste concitate ore per il Governo Conte bis. Il leader di Italia Viva, infatti, sotto i riflettori per la sua animosità contro alcune riforme dell’esecutivo, incassa importanti ingressi.

Sono due i politici che cambiano casacca e decidono di entrare nel partito renziano. Con tutta la soddisfazione del senatore toscano e dei suoi seguaci, che sottolineano come Italia Viva, invece di perdere pezzi come previsto da alcuni analisti, stia guadagnando deputati e senatori.

Nello specifico, una deputata ed un senatore dovrebbero aggiungersi al gruppo renziano in parlamento. Un episodio importante per Matteo Renzi, che può così registrare un punto a favore per se stesso e per la sua Italia Viva, proprio quando pareva accerchiato da critiche e pessimistici scenari.

Renzi alla riscossa: Rostan e Cerno aderiscono a Italia Viva

Michela Rostan e Tommaso Cerno entrano in Italia Viva. La notizia è appena trapelata nella serata di martedì 18 febbraio, a margine di giornate davvero convulse per Renzi e per il suo partito.

La deputata 38enne Rostan ha deciso di lasciare Liberi e Uguali e di diventare membro di Iv alla Camera, esprimendo tutta la sua contrarietà soprattutto nei confronti del ministro della Salute Roberto Speranza.

La militante LeU, infatti, ha dichiarato che dinanzi all’indifferenza su alcune sue battaglie sanitarie (per il riconoscimento degli operatori sanitari e di medici come pubblici ufficiali in difesa delle aggressioni e per i farmaci contro l’epatite C) non può più restare con coerenza nel partito.

La decisione, quindi, è ricaduta su Italia Viva. Stessa sorte per Tommaso Cerno, che passa dal Partito Democratico al partito renziano, senza conoscerne i dettagli.

Matteo Renzi, dunque, vede rinnovare la fiducia nei suoi confronti. Seppure l’episodio non sia così eclatante considerando anche i numeri (una deputata e un senatore in più), il suo significato è simbolico. E proprio per questo, indicativo.

Il ritornello che ripetono ora gli esponenti di IV, infatti, è il seguente: “Doveva esserci la fuga e invece il partito di Renzi cresce. Italia Viva ha oggi 30 deputati e 18 senatori.”

L’allusione è alla prospettiva che si stava delineando in questi giorni secondo la quale alcuni avrebbero abbandonato Italia Viva per appoggiare in autonomia Conte, visto che Renzi aveva assunto un atteggiamento ostile contro il Governo.

Proprio su questo punto, però, il leader di IV era stato chiaro:

“Io questi 10 senatori di Italia viva che vanno via non li vedo....Nei prossimi giorni comunque vediamo se c’è la volontà politica o meno di andare avanti. Ho comunque l’impressione che non è vero che stiamo perdendo colpi. Se c’è un governo senza di noi, noi rispettiamo il Parlamento. Però se non hanno i numeri e se siamo decisivi per la maggioranza, allora dico - ascoltate anche noi -.”

Intanto, Renzi festeggia l’adesione di nuovi membri, facendo notare agli altri che Italia Viva può crescere, proprio a discapito dei partiti più radicati.

Iscriviti alla newsletter Notizie e Approfondimenti per ricevere le news su Matteo Renzi

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.