Oro e Bitcoin viaggiano insieme: semplice coincidenza o correlazione?

Il prezzo dell’oro e la quotazione del Bitcoin viaggiano sulla stessa lunghezza d’onda da qualche settimana. Una semplice coincidenza o un segnale di correlazione?

Oro e Bitcoin viaggiano insieme: semplice coincidenza o correlazione?

L’esistenza di una correlazione tra oro e Bitcoin è stata ripetutamente smentita da più parti negli ultimi mesi.

Eppure un’interessante analisi di Mati Greenspan, senior market analyst di eToro, ha riportato l’attenzione sull’andamento del bene rifugio per eccellenza e su quello della criptovaluta numero uno al mondo.

Sul finire di giugno, il prezzo del Bitcoin e la quotazione dell’oro, hanno iniziato a viaggiare nella stessa direzione. In molti si sono già chiesti se la loro relazione avrà un significato specifico o se invece si rivelerà soltanto una fatalità.

Oro-Bitcoin: vera correlazione o semplice coincidenza?

In un recente intervento, l’esperto di eToro ha affermato di aver iniziato a notare la relazione durante l’ultimo ciclo ribassista. Greenspan ha fatto notare come al tonfo del prezzo del Bitcoin sotto i $6.000 sia corrisposta la discesa dell’oro sui suoi minimi pluriennali, più precisamente sotto l’area dei $1.250. Tutto ciò si è verificato tra la fine di giugno e i primi di luglio.

A questa fase ribassista, però, ha fatto seguito il tentativo di recupero messo a segno sia dalla quotazione del metallo giallo sia da quella della criptovaluta per eccellenza. Se AUXUSD è riuscito a riportarsi sopra la soglia dei $1.257, BTCUSD ha recuperato quantomeno l’area dei $6.500. La fase rialzista, però, ha avuto vita breve in entrambi i casi.

Dal 9 luglio in poi sia il prezzo del Bitcoin che la quotazione dell’oro sono tornati a perdere terreno: il primo si è riportato poco sopra i $6.200, mentre la seconda è scivolata ancora sulla soglia dei $1.240.

Che la criptovaluta e il metallo abbiano viaggiato nella stessa direzione nelle ultime settimane è indubbio, ma viene da chiedersi se questo procedere di pari passo sia stato una semplice fatalità o qualcosa di più.

Anche per Greenspan potrebbe ovviamente trattarsi di una coincidenza e questo soprattutto perché:

“le ricerche di mercato effettuate in precedenza sono arrivate alla conclusione che non c’è un rapporto particolare tra il Bitcoin e i metalli preziosi, e noi ancora non abbiamo trovato una spiegazione plausibile”,

ha ribadito l’esperto aggiungendo che il fenomeno appare comunque interessante e dovrà essere evidenziato e monitorato con attenzione.

Punti in comune tra oro e Bitcoin

Nonostante lo straordinario rally messo a segno sul finire del 2017 e ancora nonostante il rapido successo della criptovaluta, il Bitcoin non è ancora riuscito a guadagnarsi la fiducia che ruota invece attorno all’oro.

Il metallo giallo è considerato come il bene rifugio per eccellenza, quello cui tutti ricorrono in momenti di estrema incertezza, quello più stabile da detenere, il meno rischioso. Ad oggi, il Bitcoin non gode ancora dello stesso grado di legittimazione, eppure condivide con l’oro diverse caratteristiche.

Il valore di entrambi non dipende dalle manipolazioni degli istituti centrali, ma solo dal comportamento degli attori di mercato. Entrambi, secondo un recente report di eToro, rappresentano una riserva di valore e prescindono dai fattori temporali. Le differenze tra i due sono per

Al momento della scrittura, comunque, sia il prezzo del Bitcoin che la quotazione dell’oro stanno sciabicando poco sotto la parità.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Bitcoin

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.