Reddito di cittadinanza: a novembre 2022 pagato in anticipo?

Teresa Maddonni

24 Novembre 2022 - 12:17

condividi

Il pagamento del reddito di cittadinanza a novembre dovrebbe arrivare già in settimana per alcuni beneficiari, in anticipo rispetto alla data ordinaria. Quando è prevista la ricarica e per chi.

Reddito di cittadinanza: a novembre 2022 pagato in anticipo?

Il reddito di cittadinanza di novembre 2022 viene pagato in anticipo? Una domanda che molti beneficiari del reddito di cittadinanza potrebbero porsi dal momento che il giorno 27, notoriamente riconosciuto come primo giorno della ricarica della carta RdC da parte di Poste Italiane per alcuni beneficiari del sussidio, nel mese di novembre cade di domenica.

Il pagamento del reddito di cittadinanza di novembre 2022 potrebbe di fatto arrivare già dalla settimana corrente sebbene il condizionale sia d’obbligo considerando che la data può variare tra i diversi nuclei familiari e le operazioni protrarsi, come avviene ogni mese, fino al giorno 30. Molti percettori del reddito di cittadinanza hanno già ricevuto a novembre il pagamento del sussidio.

I percettori del reddito di cittadinanza, inoltre, sono in attesa proprio nel mese di novembre anche del pagamento del bonus 150 euro del decreto Aiuti ter.

Vediamo allora quando e per chi il reddito di cittadinanza viene pagato in anticipo a novembre 2022.

Reddito di cittadinanza: a novembre 2022 pagato in anticipo in settimana

Il reddito di cittadinanza di novembre dovrebbe essere pagato in anticipo già questa settimana secondo quanto si può dedurre anche da alcune indicazioni fornite dall’Inps sull’accredito automatico dell’assegno unico per i titolari della carta RdC. Ovviamente la data non sarà uguale per tutti e la ricarica non riguarderà tutti i nuclei familiari.

L’Inps ha comunicato che l’integrazione dell’assegno unico per i figli sul reddito di cittadinanza dovrebbe essere pagata tra il 26 e il 30 novembre. Dovrebbe pertanto essere pagato in anticipo già da questa settimana e in particolare da sabato 26 il reddito di cittadinanza di novembre. Il 27 novembre, giorno in cui solitamente hanno inizio gli accrediti del reddito di cittadinanza, cade di domenica pertanto alcuni potrebbero riceverlo in anticipo questa settimana altri potrebbero invece anche dover attendere lunedì 28 novembre se non addirittura gli ultimi due giorni del mese.

Nel mese corrente tuttavia, a partire dalla ricarica del reddito di cittadinanza di novembre anticipata a questa settimana o posticipata alla prossima, alcuni nuclei familiari beneficiari del sussidio riceveranno, come abbiamo già anticipato, il tanto atteso bonus 150 euro previsto dall’ex governo Draghi per sostenere le famiglie a fronte della crisi energetica. L’accredito avverrà in automatico sulla carta RdC senza necessità di fare domanda.

Reddito di cittadinanza novembre 2022 pagato in anticipo in settimana: a chi

Come abbiamo evidenziato non tutti i beneficiari del reddito di cittadinanza riceveranno il pagamento anticipato di novembre nella settimana corrente, molti potrebbero dover attendere la prossima, tuttavia tutti possono controllare la data nell’area riservata sul sito dell’Inps accedendo con le proprie credenziali Spid, Cns o Cie.

Alcuni beneficiari del reddito di cittadinanza, inoltre, non riceveranno affatto il pagamento perché lo hanno già ottenuto o sono in attesa e devono aspettare il mese di dicembre. Più nel dettaglio hanno già ricevuto la ricarica del reddito di cittadinanza a novembre entro la metà del mese:

  • coloro che hanno fatto domanda per ottenere il reddito di cittadinanza per la prima volta a ottobre;
  • coloro che hanno richiesto sempre nel mese di ottobre il rinnovo allo scadere delle prime 18 mensilità del sussidio a settembre. A ottobre il pagamento è stato sospeso;
  • coloro che a ottobre hanno fatto nuovamente domanda per il reddito di cittadinanza per entrare nella terza fase di fruizione del sussidio dopo aver terminato le prime 36 mensilità.

Devono invece attendere dicembre per avere il reddito di cittadinanza:

  • coloro che lo hanno richiesto per la prima volta all’Inps;
  • coloro che hanno terminato le prime 18 mensilità a ottobre e hanno chiesto il rinnovo laddove novembre corrisponde al mese di sospensione;
  • coloro che hanno terminato le 36 mensilità del sussidio sempre a ottobre e nel mese corrente hanno fatto richiesta per accedere al terzo periodo di fruizione.

Iscriviti a Money.it