Rate pace fiscale, verso la proroga della scadenza: i nodi da sciogliere

Rosaria Imparato

18 Giugno 2021 - 11:57

condividi

Si lavora alla proroga delle rate della pace fiscale così da non pagare niente ad agosto, ma restano ancora dei nodi da sciogliere.

Rate pace fiscale, verso la proroga della scadenza: i nodi da sciogliere

Potrebbe esserci un accordo tra Governo e Parlamento per quanto riguarda le rate della pace fiscale: nessun versamento ad agosto.

Sede della proroga della scadenza fiscale prevista per il 2 agosto delle 16 rate in questione è il decreto Sostegni bis, in fase di conversione in legge.

La nuova scadenza da segnare sul calendario potrebbe essere il 31 agosto, che quindi farebbe slittare la data del pagamento delle rate dovute al 30 settembre.

Proroga scadenza pace fiscale, resta il nodo delle rate del 2020

La soluzione della proroga della scadenza varrebbe però solo per le rate della pace fiscale del 2021, e non per quelle del 2020 (4 per la rottamazione ter e 2 per il saldo e stralcio).

Il decreto Sostegni 1 ha infatti allungato la scadenza al 31 luglio, però tenendo in considerazione che cade di sabato e i 5 giorni di tolleranza tipici della pace fiscale si arriva al 9 agosto.

Ci vorrebbe quindi un ulteriore intervento ad hoc anche per le rate del 2020: per far quadrare i conti si potrebbe attingere al tesoretto del fondo perduto non erogato, ma resta un’ipotesi.

Pace fiscale, un’altra proroga “ponte” non risolverebbe la situazione

Oltre al problema delle rate del 2020 c’è da guardare al quadro generale: se venisse confermata questa ulteriore proroga, altro non sarebbe che l’ennesima misura ponte.

Probabilmente chi non poteva pagare prima e ha chiesto la rateizzazione, non potrà pagare nemmeno adesso, e si ritrova con sempre più rate da versare.

Una soluzione potrebbe essere quella di diluire le rate spalmando l’importo dovuto in tre anni almeno, e secondo quanto dichiarato dalla viceministra MEF Laura Castelli una delle possibilità è proprio questa.

Iscriviti a Money.it