Bitcoin sfonda gli $8.000: sarà il rally più grande della storia

Il prezzo del Bitcoin si prepara alla corsa più grande della sua storia: le previsioni degli analisti sulla quotazione, che intanto sfonda gli $8.000.

Bitcoin sfonda gli $8.000: sarà il rally più grande della storia

Nelle prime ore del mattino il prezzo del Bitcoin ha messo a segno un nuovo entusiasmante tentativo di rialzo, che ha riportato la quotazione sopra la soglia degli $8.000.

Il progressivo apprezzamento della criptovaluta ha avuto un impatto significativo sulla sua stessa capitalizzazione di mercato che ha superato il 46% (rispetto alle altre valute virtuali) e si è riportata sui valori di dicembre 2017.

Se nel corso degli ultimi mesi siamo stati abituati ad osservare il prezzo del Bitcoin procedere di pari passo con il resto del comparto, le ultime ore di trading hanno lasciato intravedere una lieve inversione di tendenza. La quotazione del BTCUSD è risalita in modo deciso, mentre quella di numerose altre valute virtuali ha perso quota.


La corsa compiuta dal prezzo del Bitcoin nelle ultime ore

Bitcoin stacca le colleghe: che succede sul mercato?

Dopo il rally di oltre venti punti percentuali messo a segno nel corso dell’ultima settimana, il prezzo del Bitcoin non si è ancora stancato di correre e si è riavvicinato ai massimi di due mesi oltre quota $8.000. Al contempo, invece, la quotazione di numerosi altri asset digitali ha scambiato in rosso nelle prime ore di oggi, martedì 24 luglio.

Nessun elemento in particolare è stato fino ad ora individuato dagli esperti come causa scatenante il rally del Bitcoin. Eppure le ultime settimane sono state ricche di sorprese per la criptovaluta più famosa al mondo e per il mercato in generale.

Le indiscrezioni sul potenziale interesse di BlackRock, solo per fare un esempio, hanno contribuito a scuotere nuovamente gli investitori. A sostenere il prezzo del Bitcoin e quello delle sue colleghe anche i report secondo cui la SEC starebbe pensando di introdurre un ETF sul BTC.

Le criptovalute, poi, sono state argomento di discussione del G20 argentino svoltosi nel fine settimana. Nel corso dell’evento i partecipanti hanno parlato del mercato in generale, stimando un peso complessivo di circa 300 miliardi di dollari, ed hanno ribadito che le criptovalute non sono fonte di rischio per la stabilità finanziaria globale.

Eppure, vale la pena di ricordare, il prezzo del Bitcoin sta scambiando ancora 60 punti percentuali al di sotto dei livelli di fine 2017.

Quali previsioni su BTCUSD

Nel corso della mattinata odierna il prezzo del Bitcoin ha finalmente sfondato l’agognata soglia degli $8.000 riportandosi sui livelli del 23 maggio scorso. La riconquista però è durata poco e la quotazione si è adagiata poco al di sotto della stessa continuando comunque a viaggiare in rialzo.

Da un punto di vista più tecnico gli esperti di FX Street hanno puntato il dito contro quota $8.354 (61,8% Fibo retracement). Una volta approcciata la suddetta soglia potrebbe di nuovo comparire un certo interesse di vendita determinato sia da posizioni speculative di breve termine sia da naturali prese di profitto nel post-rally.

Sul fronte ribassista comunque gli analisti vedono come supporto immediato quello posizionato a $7.862. La rottura del livello potrebbe estendere la correzione verso i $7.600 e ancora verso i $7.300.

Le più recenti performance della quotazione hanno gettato una luce più positiva sulla criptovaluta e sul mercato in generale. Per Mati Greenspan, senior analyst di eToro, potremmo essere in procinto di osservare la più grande corsa rialzista della storia per il prezzo del Bitcoin che intanto, al momento della scrittura, sta scambiando con un rialzo del 5% su quota $8.130.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Bitcoin

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.