Powell su coronavirus: rischio per economia globale

Jerome Powell lancia il suo allarme di fronte al Congresso americano: “Situazione da tenere d’occhio”

Powell su coronavirus: rischio per economia globale

Jerome Powell inquadra il coronavirus e gli effetti di quest’ultimo sull’economia globale.

Nel corso della sua audizione di fronte al Congresso USA, il presidente della Fed ha citato l’epidemia in corso e la necessità di monitorare con costanza la situazione, pena possibili ricadute sullo scenario globale:

“Lo seguiremo attentamente. Quali saranno gli effetti sull’economia americana? Saranno persistenti? Saranno materiali? Queste sono le vere domande da porsi”,

ha dichiarato Powell.

Pur astenendosi dallo speculare sul potenziale impatto economico, ha osservato che gli effetti sugli Stati Uniti arriveranno con certezza, mentre in Cina potrebbero prolungarsi stalli in grado di influire sul resto dell’economia mondiale.

Powell su coronavirus: rischio per economia globale

Il coronavirus ha ucciso più di 1.000 persone contagiandone almeno 40.000. Per molti l’epidemia ha aggiunto incertezza alle prospettive economiche globali, vista la chiusura di aziende e lo spostamento delle catene di approvvigionamento.

Già alla fine di gennaio, Powell aveva descritto l’epidemia come “un problema molto serio”, anche se in quel frangente il virus era ancora al suo stadio di diffusione iniziale.

Powell ha guidato la Fed nel corso del 2019 cercando di proteggere l’economia americana dalle turbolenze in arrivo dalla guerra commerciale tra Stati Uniti e Cina, che ha portato alla debolezza del settore manifatturiero, ha danneggiato gli investimenti delle imprese e ha rallentato la crescita globale.

La Fed ha tagliato i tassi di interesse tre volte l’anno scorso - a luglio, settembre e ottobre - tra l’1,25% e l’1,5%. Da allora, Powell ha segnalato piani attendisti per quest’anno:

“L’attuale posizione della nostra politica monetaria è al momento appropriata", ma se emergessero elementi che impongono una rivalutazione delle nostre prospettive risponderemmo di conseguenza”

.

Le dichiarazioni di Powell arrivano solo 24 ore di distanza dal rilascio da parte della Casa Bianca dei piani di bilancio fiscale per il 2021 stilati dal presidente Donald Trump, che chiede tagli ai programmi sulle reti di sicurezza e proietta un bilancio in pareggio entro il 2035, ipotizzando il ritorno a una crescita economica del 3% annuo.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Jerome Powell

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.