Pensione Quota 103: si deve chiudere partita IVA alla domanda di pensione?

Lorenzo Rubini

9 Gennaio 2023 - 20:01

condividi

Per poter accedere alla pensione con la Quota 103 quest’anno è necessaria la chiusura della Partita IVA?

Pensione Quota 103: si deve chiudere partita IVA alla domanda di pensione?

La Quota 103 è una tipologia di pensione che, come la Quota 100 e 102, pone diversi paletti soprattutto al cumulo dei redditi da pensione con quelli da lavoro. Questo però, se per i lavoratori autonomi significa la cessazione del rapporto di lavoro prima della liquidazione del trattamento previdenziale, lo stesso non vale per i lavoratori autonomi.

Rispondiamo alla domanda di un lettore di Money.it che ci scrive:

Buonasera,sono un autonomo partita IVA,maturato i 41 anni di contributi con 62 anni di età. Ho appuntamento con Patronato per far conteggi e (se possibile) far subito domanda di pensione con quota 103. La mia domanda è: durante la finestra dei 3 mesi, posso continuare a lavorare tenendo aperta ancora la partita iva e quindi poter fatturare fino a quando mi arriva il 1 aprile 2023 la prima corresponsione dello stipendio INPS? Oppure quando faccio la domanda devo forzatamente chiudere la partita Iva? grazie anticipatamente

Quota 103, pensione anticipata nel 2023: come funziona, requisiti e limitazioni

Pensione Quota 103 e partita IVA

La pensione Quota 103 vieta il cumulo dei redditi da lavoro, siano essi derivanti da lavoro autonomo che dipendente, dal momento della decorrenza della pensione. Così come il lavoratore dipendente, quindi, può continuare a lavorare fino al giorno prima dell’accesso alla pensione, lo stesso può fare anche il lavoratore autonomo.

Durante i 3 mesi di finestra di attesa per la decorrenza della pensione Quota 103, non essendo ancora titolare del trattamento, non è costretto a smettere la sua attività di lavoratore autonomo. Ma deve smettere di lavorare il giorno precedente a quello in cui le verrà erogata la prima mensilità di pensione.

Inoltre va chiarito un altro aspetto. La Quota 103 non obbliga il lavoratore autonomo alla chiusura della partita IVA. Può essere mantenuta anche aperta a patto che non produca redditi per tutto il periodo in cui è previsto il periodo di cumulo con i redditi da lavoro. Se lei lo desidera, quindi, può anche tenere aperta la sua partita IVA per il periodo che la separa dal compimento dei 67 anni. A patto che in detto periodo non fatturi e non percepisca redditi dall’attività autonoma in questione.
«Se hai dubbi e domande contattaci all’indirizzo email chiediloamoney@money.it»

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it