Pace fiscale, ultime notizie: ipotesi stralcio totale delle cartelle fino a 1.000 o 5.000 euro

Pace fiscale, ancora novità: stralcio totale delle cartelle fino a 1.000 o 5.000 euro, è questa l’ultima ipotesi del MEF. L’alternativa è il pagamento del 10% dell’importo. Ecco le ultime notizie.

Pace fiscale, ultime notizie: ipotesi stralcio totale delle cartelle fino a 1.000 o 5.000 euro

Pace fiscale, ancora novità sul condono delle cartelle: le ultime notizie riguardano l’ipotesi di uno stralcio totale delle cartelle fino a 1.000 o 5.000 euro.

Sui debiti più piccoli i tecnici del MEF sono al lavoro per dare vita al “saldo e stralcio delle cartelle”, progetto originario della pace fiscale che tuttavia non è contemplato tra le misure previste dal testo del Decreto Fiscale (ad oggi reso noto in bozza).

Il Decreto Fiscale collegato alla Legge di Bilancio 2019 arriverà sul tavolo del Consiglio dei Ministri lunedì 15 ottobre 2018 e sarà questo il giorno in cui si conosceranno i dettagli definitivi sulla pace fiscale.

Accanto alla cancellazione totale delle cartelle di importo minore, un’ulteriore ipotesi allo studio è quella di far pagare una percentuale minima del debito, con aliquota che per il momento è fissata al 10%.

Lo stralcio totale - o accompagnato il saldo parziale delle imposte dovute - si andrebbe ad unire alle ulteriori misure e novità che daranno forma al progetto della pace fiscale nel 2019: la rottamazione ter delle cartelle, la chiusura delle liti pendenti e la flat tax integrativa sui redditi non dichiarati tra il 2013 e il 2017.

Ad annunciare le ultime novità sulla pace fiscale è il Sottosegretario al MEF Massimo Bitonci dai microfoni di Radio Anch’io. L’obiettivo del Governo è ripulire il magazzino dalle cartelle di importi minimi, pari al 55% del totale.

Pace fiscale, torna il condono: verso lo stralcio totale delle cartelle più piccole

La Lega non ha abbandonato il progetto iniziale della pace fiscale trascritto nel Contratto di Governo.

La pace fiscale, sottolinea da tempo Salvini, non sarà una nuova rottamazione delle cartelle e, accanto alla misura che consentirà di pagare i propri debiti al netto di sanzioni e interessi, nel testo definitivo del Decreto Fiscale 2019 l’ipotesi è quella di inserire la cancellazione totale delle cartelle di importo più contenuto.

Il MEF è al lavoro per definire il tetto massimo dei debiti che potrebbero essere stralciati al 100% e sono due le cifre a cui fanno riferimento le ultime notizie sulla pace fiscale: 1.000 euro o 5.000 euro.

Al momento si tratta di ipotesi e, accanto allo stralcio totale tra le novità è possibile anche che venga fissata al 10% la percentuale di somma da restituire per chiudere i conti con il Fisco.

Le cartelle di importo minimo sono pari al 55% del magazzino dei debiti non riscossi e riguardano quasi 15 milioni di contribuenti.

Pace fiscale, flat tax integrativa con imposte al 15%

Nel provvedimento definitivo della pace fiscale dovrebbe rientrare anche la flat tax integrativa, ulteriore misura prevista al fine di far emergere i redditi non dichiarati per i periodi di imposta compresi tra il 2013 ed il 2017.

Sulle maggiori imposte emerse a seguito della presentazione della dichiarazione integrativa verrà richiesto di pagare il 15% ed attualmente il tetto di cui si parla è di 500.000 euro o di 200.000 euro.

Se sullo stralcio delle cartelle fino a 1.000 euro e sulla flat tax integrativa vi sono ancora molti dubbi, sembra ormai dato per certo che il Decreto Fiscale darà il via alla rottamazione ter delle cartelle, con il pagamento integrale del debito (scontato soltanto di sanzioni e interessi) che potrà essere effettuato con rateizzazione lunga fino a 5 anni.

Sull’ipotesi di sconti d’imposta - che trasformerebbe la pace fiscale in un condono vero e proprio - potrebbe scricchiolare l’equilibrio raggiunto dal Governo: il M5S ha più volte ribadito che non voterà condoni fiscali.

Iscriviti alla newsletter "Fisco" per ricevere le news su Pace fiscale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.