Numero verde Reddito di cittadinanza per assistenza e supporto al cittadino

Ci sono diversi numeri e servizi utili per ricevere assistenza per reddito e pensione di cittadinanza: dal numero verde Inps e di Poste Italiane allo strumento telematico per avere supporto online.

Numero verde Reddito di cittadinanza per assistenza e supporto al cittadino

Molti di coloro che hanno fatto domanda per il reddito di cittadinanza potrebbero aver bisogno di contattare Inps e Poste Italiane per chiedere informazioni sullo stato della loro richiesta, o ad esempio per avere maggiori dettagli sul perché di un determinato importo o anche sul motivo per cui la domanda è stata respinta.

A tal proposito ci sono diversi contatti utili per ricevere assistenza sul reddito di cittadinanza, compresi dei numeri da chiamare a seconda dello stato della propria domanda. Dovete sapere che l’Inps ha competenza solamente dopo la prima fase dell’istruttoria, ossia fino a quando la domanda non viene accolta o respinta; successivamente è Poste Italiane ad occuparsi del rilascio della carta e dell’accredito dell’importo sulla stessa. Sarà sempre Poste Italiane ad occuparsi della trattenuta del 20% dell’importo accreditato qualora questo non venga speso tutto entro la fine del mese.

A seconda della natura della vostra richiesta, quindi, c’è un numero differente da chiamare per ricevere assistenza su reddito e pensione di cittadinanza; esiste inoltre un servizio di assistenza online facilmente accessibile dal sito ufficiale realizzato dal Ministero del Lavoro. Partiamo da quest’ultimo facendo chiarezza su come funziona e per cosa utilizzarlo.

Assistenza online reddito e pensione di cittadinanza

Qualora abbiate dei dubbi su come funziona il reddito di cittadinanza, nonché su quali sono i requisiti per beneficiarne potete chiedere supporto online utilizzando l’apposito servizio disponibile sul sito ufficiale della misura.

Nel dettaglio, scorrendo in basso dalla homepage del sito del reddito di cittadinanza trovate la voce “chiedi supporto”. Cliccandoci verrete reindirizzati su un form con il quale potete inviare la vostra richiesta di chiarimento sul reddito di cittadinanza, con il Ministero del Lavoro che vi risponderà non appena possibile.

Qui potete fare una domanda riguardante uno dei seguenti aspetti:

  • requisiti;
  • quesiti sul calcolo ISEE;
  • assistenza per SPID;
  • quesiti tecnici per invio telematico della domanda;
  • esito domanda;
  • quesiti tecnici funzionamento carta elettronica;
  • Patto per il Lavoro;
  • Patto per l’Inclusione.

Dopo aver specificato l’ambito di interesse della vostra domanda dovete inserire i dati personali, codice fiscale compreso; a questo punto vi basta descrivere - il meglio possibile - la vostra richiesta di chiarimento allegando, se necessario, dei documenti che potrebbero aiutare il Ministero del Lavoro nel darvi una risposta più precisa.

A questo punto dovete inviare la richiesta e attendere una risposta che riceverete - nel minor tempo possibile - sull’indirizzo mail indicato.

Assistenza telefonica per reddito di cittadinanza: numero verde Inps e Poste Italiane

In alternativa è possibile chiedere supporto telefonico chiamando - a seconda della tipologia della domanda - il numero verde Inps o di Poste Italiane.

Nel dettaglio, il contact center Inps è a disposizione per chiarimenti sulle domande presentate ma per le quali non si conosce ancora l’esito; ricordiamo però che se volete semplicemente conoscere lo stato in cui si trova la pratica è possibile risparmiare tempo utilizzando l’apposito servizio telematico. Potete chiamare l’Inps anche per avere informazioni sul perché la domanda per il reddito di cittadinanza è stata respinta e su come fare per presentare nuovamente la richiesta.

In questi casi, quindi, dovete chiamare il numero gratuito Inps 803 164 dove l’operatore risponde dal lunedì al venerdì dalle 08:00 alle 20:00 e il sabato dalle 08:00 alle 14:00. Per chi chiama da cellulare il numero è differente - 06 164164 - ed è a pagamento, con la tariffa che varia a seconda del gestore telefonico di competenza. Gli orari del contact center sono gli stessi di quelli previsti per i cittadini che chiamano da linea fissa.

Una volta accolta la richiesta del reddito di cittadinanza, invece, è a Poste Italiane che dovete rivolgervi per avere informazioni sulla carta elettronica e sul pagamento dei singoli importi mensili. È Poste Italiane, infatti, a pagare mensilmente l’importo previsto per RdC e PdC (pensione di cittadinanza).

Potete chiamare il numero verde di Poste Italiane, quindi, se non vi è stato ancora comunicato il giorno e l’ora in cui potete ritirare la tessera, o in futuro per avere qualsiasi chiarimento riguardante l’accredito dell’importo sulla stessa. In questo caso il numero verde è 803 160, attivo dal lunedì al sabato dalle 08:00 alle 20:00.

Per chi chiama da linea fissa, invece, il numero a pagamento è il 199 100 160 con il costo della chiamata variabile a seconda dell’operatore ma che in ogni caso non può superare i 0,60€ al minuto più 0,15€ per lo scatto alla risposta.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Reddito di cittadinanza

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.