Notorious Pictures, Guglielmo Marchetti: Netflix e Amazon non sono nemici del cinema

Guglielmo Marchetti, Presidente e Amministratore Delegato di Notorious Pictures, intervistato da Money.it svela l’andamento economico dell’azienda quotata sul mercato AIM Italia, il futuro del mondo del cinema, le previsioni sul secondo semestre e i prossimi obiettivi di Notorious Pictures

Notorious Pictures, Guglielmo Marchetti: Netflix e Amazon non sono nemici del cinema

Dire che Netflix, Amazon Prime Video e tutte le altre piattaforme di streaming video danneggiano e uccideranno il cinema è completamente erroneo, è una false credenza. Non lo diciamo noi, ma i numeri”.

Così il Presidente e Amministratore Delegato di Notorious Pictures Guglielmo Marchetti esordisce a Money.it. Tanti sono stati i temi toccati durante il corso dell’intervista: dai risultati economici dell’ultimo semestre dell’azienda, fino ad arrivare ai prossimi obiettivi di Notorious Pictures e ai risconti finora ottenuti dall’apertura del primo multisala a Milano targato “Notorious Cinema”.

Dott. Marchetti quali sono stati i driver principali che hanno permesso a Notorius Pictures di incrementare il giro d’affari?

Intanto c’è da dire che i numeri economici ottenuti nel primo semestre di questo 2019 confermano la nostra continua crescita e consolidano tutto quello che abbiamo fatto nel 2018 e non solo. Infatti riflettono una nuova fase che Notorious Pictures ha iniziato prima nel 2014 con la quotazione a Piazza Affari sul mercato AIM Italia e poi con il passaggio nel 2016 da mero distributore cinematografico a full digital media company. Questo processo infatti ci ha permesso di poter distanziare il nostro andamento economico da quello del box office. Entrando più nel dettaglio sono tante le aree, o meglio i pilastri, che hanno contribuito alla crescita ottenuta in questi primi sei mesi dell’anno:

  • la nostra attività storica, ossia quella che riguarda prettamente la distribuzione di film nelle sale cinematografiche;
  • l’attività di commercializzazione dei film per le tv: essa ci permette di poter vendere i nostri contributi audiovisivi alle varie piattaforme di streaming video, come Netflix, oppure ai broadcaster tradizionali. Questa attività tra l’altro si divide in due parti: direct video, ossia film nuovi realizzati e venduti alle tv e la library, ossia quei film già realizzati che tornano a essere disponibili e che quindi possono essere nuovamente rivenduti alle tv;
  • la produzione esecutiva internazionale: abbiamo sviluppato significativi ricavi appoggiandoci all’expertise, ossia alla capacità di produrre film in Italia e a fornire il nostro service per i produttori internazionali. Essenziale per questo aspetto è stata la tax credit del 30% che ci rende molto competitivi a livello internazionale
  • Notorious Cinemas: la new company costituita quest’anno a gennaio che è partita benissimo.

Quali sono le previsioni per questo secondo semestre in confronto a quello già trascorso?

Assolutamente positive. Anche perché è importante sottolineare che la marginalità di Notorious Pictures avrà un picco importante proprio in questo secondo semestre grazie ai vantaggi della tax credit. Infatti, se l’anno scorso abbiamo sfruttato questi vantaggi nella prima parte dell’anno, nel 2019 non ne abbiamo usufruito nei primi sei mesi, ma ne usufruiremo adesso. Quindi prevediamo di chiudere questo secondo semestre ancora in crescita rispetto al precedente.

Quale è il progetto che ha portato alla nascita di Notorious Cinemas come sta andando?

Sta andando benissimo considerando anche che a settembre abbiamo inaugurato a Milano il primo multisala di 10 sale, totalmente ristrutturato, targato Notorious Cinemas che già in un mese ha fatto registrare performance straordinarie. Il nostro modello di multisala rivede in tutti i sensi l’esperienza cinematografica e mette al centro il consumatore. Non è un caso infatti se abbiamo deciso di puntare su quattro aspetti fondamentali:

  • comfort: tant’è che le poltrone di tutte e 10 le sale del multisala di Sesto San Giovanni sono totalmente reclinabili e quindi permettono allo spettatore di gustarsi il film totalmente distesi e rilassati, come quando guardiamo un film a casa nel nostro divano o nel nostro letto. A questo poi si aggiunge ovviamente un aspetto fondamentale del cinema: l’eccellente qualità audio e video.
  • offerta food & beverage: il cinema infatti non è solo pop corn. E proprio per questo offriamo al consumatore la possibilità di potersi gustare pizze, panini gourmet e tanto altro;
  • Pulizia: questo aspetto lo curiamo tra l’altro in modo maniacale. Perché il consumatore quando è nel nostro cinema deve sentirsi totalmente a casa.
  • comunicazione e sostenibilità: siamo attentissimi all’ambiente e a tutto ciò che ruota intorno al tema della sostenibilità ambientale. Tant’è che il materiale delle nostre poltrone è eco-pelle, le tinte sono tutte ecologiche e tutti gli strumenti del food & beverage, come piatti e bicchieri, sono compostabili e riciclabili. Inoltre, puntiamo molto sulla comunicazione e divulgazione. Proprio per questo nel pre-show di ogni film vi sono sempre messaggi importanti di personaggi famosi sulla sostenibilità ambientale. Abbiamo anche una nostra mascotte che spiega ai bambini cosa significa salvaguardare l’ambiente che ci circonda.

Netflix, Amazon Prime Video e tutte le piattaforme di streaming video sono vostri nemici?

Assolutamente no. Il pensiero che tutte queste piattaforme di streaming video danneggiano e uccideranno il cinema è totalmente sbagliato, è solo una falsa credenza. A dirlo infatti non siamo noi di Notorious Pictures, ma i numeri. Per fare un esempio nel 2014 il box office mondiale faceva registrare una cifra di 1.500 miliardi di dollari, nel 2018 4.500 miliardi di dollari, praticamente il triplo. Tra l’altro proprio l’anno scorso negli USA, ossia dove il mercato delle piattaforme streaming è molto più avanzato, si è raggiunto il record assoluto. A questi numeri si aggiungono anche due altri dati molto importanti. Il primo riguarda il numero di serie tv prodotte e il secondo i dati del box office a livello italiano. Riguardo il primo aspetto nel 2014 sono state prodotte 25 serie, nel 2018 addirittura 230. Inoltre i dati del box office italiano ha già fatto segnare tra il 2018 e il 2019 un incremento del 15%. Non è un caso quindi se il film “Love, Wedding, Repeat” prodotto da noi, l’abbiamo venduto a Netflix. Questo è stato l’exploit di questa collaborazione che abbiamo instaurato con il colosso di streaming video.

Nonostante il forte recupero, attualmente il valore delle azioni del titolo Notorious Pictures hanno un valore molto vicino a quello della IPO avvenuta nel 2014, come si spiega ciò?

Abbiamo sempre raggiunto gli obiettivi di margine e di profitto che ci siamo prefissati. Il titolo Notorious Pictures a nostro avviso non rispecchia del tutto il valore dell’azienda che dovrebbe avere una capitalizzazione di mercato superiore a quella attuale. Anche in termini di crescita siamo tra i migliori sul mercato in Italia.

Quali sono gli obiettivi del 2020 di Notorious Pictures?

Anche grazie alla collaborazione con Netflix e soprattutto grazie al fatto che siamo a tutti gli effetti una full digital media company, il nostro obiettivo principale del 2020 è quello di produrre e distribuire nuove serie tv. Tant’è che stiamo già lavorando a 360 gradi a questo progetto da due anni e abbiamo già strutturato diverse idee. Inoltre secondo il nostro piano industriale prevediamo una crescita a doppia cifra che ci permetterà anche di mantenere a ottimi livelli la marginalità e i ricavi.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories