Nissan, si dimette Jun Seki e il titolo scivola

Le azioni Nissan in calo fino quasi al 3% nell’ultimo giorno di scambi prima della pausa natalizia. Pesa l’abbandono del vicedirettore generale Jun Seki

Nissan, si dimette Jun Seki e il titolo scivola

Le azioni di Nissan hanno fatto registrare un calo del 2,8% a Tokyo, dopo che il colosso automobilistico giapponese ha annunciato l’uscita di una delle sue più importanti figure al vertice.

Si tratta del vice direttore generale Jun Seki, che passerà alla presidenza di Nidec Corporation, leader nella produzione di componentistica elettrica nel Paese.

La compagnia, tramite una nota, ha fatto sapere che Seki ha informato della sua decisione di dimettersi solo di recente, mentre Nidec ha rifiutato di commentare l’imminente passaggio di consegne.

La circostanza si aggiunge a tante altre vicissitudini che hanno reso il 2019 di Nissan un anno per niente facile. La società fa fatica a riprendersi dalla brusca uscita dell’ex presidente Carlos Ghosn lo scorso anno, che ha messo a dura prova l’alleanza di Nissan con Renault e Mitsubishi.

Nissan, si dimette Jun Seki e il titolo scivola

Jun Seki balza ai vertici di Nidec in uno dei momenti più neri per Nissan, che ha da poco segnato guadagni poco brillanti durante l’ultimo semestre fiscale e annunciato il taglio di 12.500 posti di lavoro in tutto il mondo.

Il mese scorso, la società ha inoltre ridimensionato le previsioni di vendita e ha dichiarato che l’anno fiscale che si concluderà a marzo 2020 farà registrare numeri più bassi di quanto prefigurato in un primo momento.

Da poco più di due mesi Nissan ha un nuovo amministratore delegato, Makoto Uchida, che ha assunto il ruolo che era del dimissionario Hiroto Saikawa, dopo che quest’ultimo ha ammesso che lui e altri dirigenti ricevevano pagamenti maggiori di quanto dichiarato, come parte di un piano di compensazione relativo al possesso di azioni.

Dal colosso automobilistico hanno fatto sapere di aver intrapreso un percorso per riconquistare la fiducia, ripristinare gli standard prestazionali e lavorare sulla trasformazione aziendale:

“I progressi si cominciano già a a vedere. Ora il nuovo vertice continuerà a concentrarsi sulle aree chiave della nostra crescita”.

Secondo la primaria fonte della notizia, la testata giapponese Diamond Online, Seki non avrebbe abbandonato a causa di problemi ai vertici aziendali, ma solo per una scelta personale.

Tesi confermata dallo stesso Seki, che ha chiarito i motivi della mossa spiegando che non deriva da nessuna diatriba interna:

“Non direi che non c’è confusione nella gestione, non è quello il motivo per cui me ne vado. Sono molto legato a Nissan e mi sento male a lasciare incompiuto un lavoro di inversione di tendenza, ma ho 58 anni e questa è un’offerta che non posso rifiutare. Probabilmente è anche la mia ultima possibilità di guidare un’azienda”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Nissan

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.