Nasdaq a target prima del discorso di Powell

David Pascucci

10 Gennaio 2023 - 12:52

condividi

Il Nasdaq ha conseguito una performance di eccezione andando a toccare l’area target di movimento rialzista nella giornata di ieri.

Nasdaq a target prima del discorso di Powell

Nella giornata di ieri abbiamo visto finalmente il Nasdaq andare a performare oltre i mercati europei, mentre Dax conseguiva una performance poco sotto l’1%, Nasdaq riusciva a performare oltre l’1,5% andando a confermare una forza al rialzo importante già dimostrata nel corso della giornata di venerdì, giornata nella quale abbiamo visto una fortissima spinta rialzista in seguito all’uscita dei dati NFP americani.

In questo contesto ci troviamo quindi con dei mercati interessanti dal punto di vista tecnico, nel senso che già nella prima giornata della settimana abbiamo toccato i target previsti nella settimana precedente. Ora ci troviamo quindi di fronte a dei mercati che stanno confermando una spiccata direzionalità al rialzo ma che allo stesso tempo si trovano di fronte una settimana in cui ci saranno dei market mover interessanti come ad esempio il discorso di Powell previsto nel pomeriggio di oggi e il dato dell’inflazione americana prevista per il pomeriggio di giovedì, entrambi eventi che potrebbero offrire molta volatilità al mercato, elemento utile per i traders di breve termine.

Nasdaq, analisi di un forte rialzo

Ne abbiamo parlato per alcune settimane di un possibile rialzo di Nasdaq, un rialzo che si è conseguito in sole due giornate di trading forse anche in modo inaspettato considerando che i market mover per la settimana erano previsti per oggi con il discorso di Powell atteso per le 15:00 e per giovedì con il dato sull’inflazione Usa previsto nel primo pomeriggio alle 14:30.

Nella giornata di venerdì abbiamo visto la reazione poco sotto area 10700, area che avevamo preventivato come un’area importante per un rimbalzo, rimbalzo che si è conseguito poi dopo un movimento veloce al ribasso, un classico movimento di squeeze che caratterizza le inversioni di tendenza dopo l’uscita di un dato importante.

Chiusa la giornata di venerdì abbiamo visto poi l’apertura del mercato di lunedì dove il Nasdaq è rimasto sostanzialmente sui livelli di chiusura di venerdì fino all’apertura del cash americano che ha visto una fortissima accelerazione al rialzo che ha portato le quotazioni a raggiungere i livelli target prefissati nelle giornate precedenti, ovvero area 11200-11300. Questo movimento si è già realizzato nella prima giornata della settimana, pertanto la situazione tecnica potrebbe risultare alquanto complessa considerando i market mover presenti questa settimana. Al momento la situazione si presenta complessa, con un mercato tendenzialmente rialzista, in ripresa rispetto ai movimenti fortemente ribassisti visti nelle settimane precedenti, pertanto dovremmo considerare ulteriori accelerazioni ribassiste come possibili occasioni di rivedere il Nasdaq tentare di riprendersi da qui alla fine del mese. La possibilità di vedere un mercato laterale tendenzialmente rialzista sono molto alte.

Cosa aspettarsi per la settimana?

La situazione tecnica è ancora complessa, con un mercato che ha già raggiunto dei target di movimento interessanti è difficile stabilire cosa potrebbe fare nel breve periodo, soprattutto dopo accelerazioni al rialzo forti immediatamente successive a dei movimenti ribassisti di lungo periodo.

Al momento, vediamo comunque un mercato che ha già ritracciato pesantemente dai target, abbiamo visto infatti un movimento ribassista forte nella serata di ieri con un Nasdaq che si è portato da 11300 a poco sotto gli 11100. Osservando l’attuale dinamica potremmo dire che la possibilità di vedere allunghi al ribasso di Nasdaq nella giornata di oggi non è una possibilità remota, anzi, potremmo vedere di base il ritorno verso gli 11000 o poco sotto, quindi facciamo attenzione ai market mover di cui abbiamo parlato sopra.

I livelli da tenere sott’occhio sono quelli dei 10850-10950, livelli di cui abbiamo parlato anche nell’articolo di ieri in cui ipotizzavamo proprio un ritorno verso quest’area prima di vedere un ulteriore allungo al rialzo, cosa che ovviamente non escludiamo per la settimana attuale. Ricordiamo che si sta configurando sui mercati una dinamica di rialzo, utile al mercato per vedere dei massimi propedeutici per la formazione di un pattern ribassista di lungo periodo.

Nessun commento

Gentile utente,
per poter partecipare alla discussione devi essere abbonato a Money.it.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.