Misure anti-Covid illegittime: governo belga rischia una maxi multa

Isabella Policarpio

01/04/2021

22/09/2021 - 09:33

condividi

In Belgio il governo finisce in tribunale perché le misure anti-Covid sono illegittime: un giudice ha ordinato allo Stato di rimuoverle, altrimenti dovrà pagare fino a 200mila euro di multa.

Misure anti-Covid illegittime: governo belga rischia una maxi multa

Le misure anti-Covid e le restrizioni alla vita sociale sono illegittime? A questa domanda un giudice belga ha risposto di sì, accogliendo il ricorso di un’associazione che tutela i diritti umani.

Da qui la condanna ad eliminare le limitazioni vigenti entro un mese (divieto di spostamento e assembramento, chiusura di bar e ristoranti e così via), in caso contrario lo Stato dovrà pagare una sanzione amministrativa di 5mila euro al giorno.

La condanna potrebbe aprire le porte ad una lunga serie di ricorsi in tutta Europa e si affianca ad alcune sentenze italiane che hanno dichiarato l’illegittimità dei DPCM.

I motivi del ricorso

Il tutto ha avuto inizio dal ricorso presentato dall’associazione belga “Ligue des droits humains” (la Lega dei diritti umani) che ha presentato al tribunale di Bruxelles un ricorso contro le restrizioni anti-Covid adottate dal governo, ritenendole incostituzionali.

Nello specifico - sostiene la Lega dei diritti umani - i decreti ministeriali che impongono tali misure violano “il principio di sussidiarietà del diritto penale”, il principio inderogabile della certezza del diritto nonché l’obbligo di consultare in via preventiva il Consiglio di Stato.

Per il tribunale belga le misure anti-Covid sono illegittime

Il tribunale di Bruxelles ha accolto il ricorso ed emesso una sentenza assai sfavorevole per il governo: le ordinanze ministeriali del 28 ottobre 2020 e successive sono illegittime e, conseguentemente, le restrizioni anti-Covid devono essere revocate.

Al governo è dato un termine di 30 giorni per rimuovere le misure altrimenti scatteranno pesanti sanzioni pecuniarie.

Le ordinanze contestate - analogamente ai nostri DPCM - riguardano la chiusura di alberghi, ristoranti, bar e impongono limiti numerici alle riunioni pubbliche e agli incontri nei luoghi di privata dimora.

Maxi sanzione per il governo belga

Se il governo non rispetterà il lasso temporale concesso scatterà una multa giornaliera di 5 mila euro.

La sanzione, in ogni caso, non potrà superare i 200mila euro complessivi “in considerazione delle complesse circostanze legate alla crisi sanitaria e senza metterle in discussione”, spiega la sentenza.

Ma l’esecutivo belga non ci sta e il Ministro dell’Interno Annelies Verlinden ha già comunicato l’intenzione di proporre il ricorso.

Argomenti

# Belgio
# DPCM

Iscriviti a Money.it