Microsoft: maxi guadagno sulla più grande IPO biotech del 2019

Il suo investimento di 45 milioni in Adaptive è quasi quadruplicato dall’IPO della società. I dettagli

Microsoft: maxi guadagno sulla più grande IPO biotech del 2019

Microsoft sta facendo registrare guadagni imponenti sulla più grande IPO del comparto biotech, quella di Adaptive. Il brillante esordio della compagnia a Wall Street di giovedì ha già portato l’investimento di Microsoft - pari a 45 milioni di dollari - a valere 4 volte tanto.

Il primo investimento dell’azienda di Bill Gates sulla realtà sperimentale - che agisce nel comparto assistenza sanitaria - risale alla fine del 2017.

Adaptive Biotechnologies sfrutta l’avanzata tecnologia cloud di Microsoft nel campo medico-scientifico; le due aziende stanno provando a dar vita a un singolo esame del sangue in grado di portare a una diagnosi precoce di una lunga serie di patologie e disturbi, tra cui tumori e malattie autoimmuni.

A partire da giovedì, giorno dell’IPO, sembrano essere arrivate conferme decise dal mercato, aprendo la scena a quella che potrebbe mostrarsi una vera e propria marcia trionfale su tutti i fronti per Adaptive.

Microsoft sta guadagnado sulla la più grande IPO biotech del 2019

Adaptive è al lavoro su quella che chiama una “piattaforma per la medicina immunitaria”. Si tratta di un sistema pronto a variare in maniera consistente il modo in cui trattiamo diverse malattie.

Il suo operato sembra decisamente convincere il mercato al momento: il titolo ha raddoppiato il suo valore all’esordio, chiudendo a quota 40,30 dollari dai 20 di partenza.

Questo vuol dire che l’investimento di Microsoft sulla compagnia - pari a 45 milioni di dollari - è quasi quadruplicato.

Con Adaptive per l’azienda di Bill Gates c’è molto più in gioco di un semplice investimento nella più grande IPO biotech del 2019. L’unità di Azure, seconda nel mercato delle infrastrutture cloud dietro Amazon Web Services, sta mettendo alla prova i suoi strumenti di intelligenza artificiale in un settore che promette di diventare molto redditizio nei prossimi anni, quando sempre più aziende decideranno di muoversi verso il comparto.

Adaptive, dalla sua, ha investito circa 12 milioni di dollari in Azure negli ultimi sette anni, e Microsoft è stato l’unico suo fornitore di servizi cloud.

Secondo Peter Lee, vice presidente corporate del settore AI e ricerca di Microsoft, l’azienda crede profondamente nell’investimento in Adaptive:

“Crediamo profondamente nel potenziale della partnership con Adaptive e abbiamo fatto un investimento finanziario sostanziale nella società; abbiamo anche avviato un’importante collaborazione di ricerca e sviluppo che coinvolge il loro team di scienziati, a stretto contatto con i nostri migliori ricercatori”.

In più, il progetto può aprire la strada a possibilità infinite e un mercato potenzialmente miliardario:

“Il fine è quello di utilizzare la tecnologia di sequenziamento Adaptive, e sviluppare tutto il potenziale Microsoft in fatto di apprendimento automatico e cloud computing sul sistema immunitario”.

Quello su Adaptive non rappresenta certo il solo investimento vincente di Microsoft; la società ha ereditato una partecipazione in Confluent software attraverso l’acquisizione di LinkedIn nel 2016, operazione da 27 miliardi di dollari; da allora il valore dell’investimento è aumentato in maniera esponenziale.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Microsoft Corporation

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.