Mercato immobiliare in crescita: i dati dell’Agenzia delle Entrate

Continua la crescita del mercato immobiliare nel secondo trimestre dell’anno. Con il comunicato stampa del 14 settembre 2018 l’Agenzia delle Entrate mostra un trend positivo anche per uffici, negozi e capannoni. Ecco tutti i dati e le statistiche del Fisco.

Mercato immobiliare in crescita: i dati dell'Agenzia delle Entrate

Mercato abitazioni in crescita: con il comunicato stampa del 14 settembre 2018 l’Agenzia delle Entrate mostra trends positivi per case, uffici, negozi e capannoni.

Le statistiche indicano i dati relativi al secondo trimestre dell’anno e mostrano come continui la crescita del mercato immobiliare nel secondo trimestre del 2018 per tutti i settori degli immobili.

Nel dettaglio, le compravendite di abitazioni mostrano un incremento del 5,6%, gli uffici del 6,7%, i negozi del 5,4% e i capannoni del 1,3%.

Il report “Statistiche trimestrali” pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Entrate mostra che sono in crescita anche gli scambi di box auto (4,6%) e di cantine e soffitte (8,6%).

I dati sono stati elaborati dall’Osservatorio del Mercato Immobiliare dell’Agenzia delle Entrate, incrociando le informazioni provenienti dalle note di trascrizione degli atti di compravendita con gli archivi del catasto edilizio urbano.

Mercato delle abitazioni: ecco le statistiche del secondo trimestre 2018

I dati della crescita del mercato immobiliare sono stati resi noti dall’Agenzia delle Entrate che con il comunicato stampa del 14 settembre 2018 ha informato inoltre sull’aggiornamento della sezione “Statistiche” del sito web.

Il report inerente al periodo aprile-giugno 2018 contiene i dati indicanti l’incremento del mercato delle abitazioni, degli uffici, dei negozi e dei capannoni.

Conviene dunque investire nel mattone? Sono tre anni che l’andamento del mercato immobiliare fa ben sperare agli imprenditori, infatti dal 2016 ad oggi le attività sono in ripresa e i prezzi in modesto calo.

In particolare il settore residenziale ha realizzato 153.693 compravendite nei mesi di aprile, maggio e giugno 2018, confermando il trend positivo degli ultimi anni.

Nelle aree del Nord Est Italia è stato registrato un aumento del 9,3%, il più consistente, seguito dalla crescita del 7,1% in Sardegna e Sicilia.

Oltre alle abitazioni, agli uffici, ai negozi e ai capannoni industriali, anche i depositi pertinenziali, soprattutto cantine e soffitte, hanno segnato una crescita importante negli ultimi trimestri (8,6%) registrando 17.820 compravendite, nonostante un leggero calo rispetto ai periodi precedenti.

Invece gli scambi di box e posti auto sono stati 90.000, in aumento del 4,6% rispetto allo stesso periodo del 2017 e con un tasso più che raddoppiato rispetto al precedente trimestre.

Nelle grandi città italiane l’unica che mostra un leggero calo del mercato immobiliare è Roma, con un rallentamento pari al -0,8%. Ciò nonostante la Capitale resta la città con il maggior volume di compravendite, contando 8.535 transazioni.

Gli andamenti migliori sono quelli di Firenze e Genova che crescono del 4,7%, Milano e Palermo con un aumento del 4,4% e a Torino in crescita del 4%.

Anche Bologna e Napoli il mercato delle abitazioni ha registrato una crescita rispettivamente del 2,8% e del 2,7%.

Agenzia delle Entrate - comunicato stampa 14 settembre 2018
Il comunicato stampa del 14 settembre 2018 con cui l’Agenzia delle Entrate informa sulla crescita del mercato delle abitazioni nel secondo trimestre del 2018.

Uffici, negozi e capannoni: in crescita anche il mercato terziario-commerciale

È in crescita anche il mercato terziario-commerciale, con un rialzo significativo relativo agli scambi di uffici, negozi, studi privati e capannoni come depositi commerciali e autorimesse.

Il settore non residenziale continua il suo trend positivo crescendo dell’8,5%, in particolare il mercato degli uffici e degli studi privati ha segnando un rialzo consistente pari al 6,7% su scala nazionale, ancor di più se si considera l’andamento negativo (-9,5%) del trimestre precedente.

Gli scambi di negozi e laboratori sono aumentati del 5,4%, con una crescita attenuata rispetto ai trimestri precedenti, mentre le transazioni di depositi commerciali e autorimesse hanno registrato un incremento del 10,7% confermando la tendenza degli ultimi mesi.

Il settore produttivo industriale costituito prevalentemente da capannoni e industrie, mostra invece una crescita più leggera pari al 1,3% e in rallentamento rispetto a quanto registrato nel trimestre precedente.

Il mercato produttivo agricolo ha registrato complessivamente un calo dei volumi di scambio del 4,2% contro l’aumento del 3% che aveva caratterizzato il trimestre precedente.

Si ricorda infine che tutti i dati relativi al secondo trimestre 2018, integrati da grafici e tabelle, sono disponibili all’interno delle Statistiche trimestrali scaricabili dal sito dell’Agenzia delle Entrate all’interno della sezione Pubblicazioni dell’Osservatorio del mercato immobiliare.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Mercato immobiliare

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.