Mercati e petrolio verso nuovi record: che succede oggi?

Violetta Silvestri

08/02/2021

12/07/2021 - 13:35

condividi

Mercati asiatici verso nuovi record e petrolio in corsa: il sentiment è positivo oggi, che succede e cosa aspettarsi in Borsa?

Mercati e petrolio verso nuovi record: che succede oggi?

Aria di guadagni oggi nei mercati.

Le azioni asiatiche si sono avvicinate ai massimi record, mentre il petrolio ha superato i 60 dollari al barile nella speranza che il pacchetto di aiuti da 1,9 trilioni di dollari venga approvato dai legislatori statunitensi entro il mese, proprio mentre i vaccini contro il coronavirus vengono lanciati a livello globale.

L’atmosfera è apparsa subito ottimista in questo lunedì 8 febbraio osservando gli scambi in Asia, con tutti i principali indici che hanno registrato guadagni.

Che succede e cosa aspettarsi oggi nei mercati?

I mercati vedono il rilancio economico

L’Asia avanza e apre una settimana che lascia ben sperare.

L’indice più ampio di MSCI di azioni Asia-Pacifico al di fuori del Giappone è salito dello 0,5% a 721,11, non lontano dal massimo storico di 730,16 toccato alla fine del mese scorso.

Il Nikkei giapponese è balzato di circa il 2%, mentre le azioni australiane hanno chiuso in rialzo dello 0,6%. I titoli cinesi sono aumentati, con l’indice blue chip CSI300 in corsa dell’1,3%.

Le speranze di una ripresa economica più rapida e di un freno all’offerta da parte del gruppo di produttori OPEC e dei suoi alleati hanno spinto il petrolio al livello più alto in un anno, superando i 60 dollari al barile.

I mercati azionari globali hanno scalato livelli record negli ultimi giorni credendo in una ripresa economica più rapida, grazie ai vaccini di successo e in più ampia diffusione e alle aspettative di un forte pacchetto di aiuti per la pandemia negli Stati Uniti.

Effetto USA sugli scambi

Gli USA di Biden restano osservati speciali in prospettiva di una forte ripresa economica.

Venerdì 5 febbraio, il Nasdaq e l’S&P 500 hanno raggiunto i massimi storici grazie a risultati aziendali forti più del previsto nel quarto trimestre e poiché le società erano sulla buona strada per registrare una crescita degli utili per il primo trimestre, annullando le stime di cali.

Biden e i suoi alleati democratici al Congresso hanno inoltre portato avanti il ​​loro piano di stimolo, con l’approvazione di una bozza di bilancio che consentirà loro di avere un’approvazione del pacchetto senza il sostegno dei repubblicani.

Il segretario al Tesoro degli Stati Uniti Janet Yallen ha previsto che gli Stati Uniti raggiungeranno la piena occupazione l’anno prossimo se il Congresso riuscirà a far passare le ingenti misure di sostegno.

La Cina contro i giganti del web

Anche la Cina resta sotto i riflettori degli investitori, soprattutto dopo l’ultima mossa.

Secondo Reuters, l’Amministrazione statale cinese per la regolamentazione del mercato ha rilasciato una nuova serie di norme che probabilmente metteranno sotto pressione i giganti Internet nel Paese come Taobao di Alibaba o WeChat Pay di Tencent.

In più, lunedì le autorità di regolamentazione hanno inflitto una multa di 3 milioni di yuan (quasi $ 500.000) a Vipshop - un rivenditore di sconti online - per atti anticoncorrenziali.

Oggi, le azioni tecnologiche cinesi sono aumentate nonostante i timori che Pechino stesse rafforzando le restrizioni e il controllo sulle società.

Intanto, da segnalare anche le dichiarazioni di Biden sul dragone: la concorrenza sarà estrema con la Cina, seppure con un approccio del tutto diverso da quello di Trump.

Argomenti

# Borse
# Asia
# azioni

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.