Mercati: il vaccino scalda le Borse, ma non troppo. Che succede oggi?

I mercati di nuovo alle prese con novità importanti sul fronte vaccino. L’annuncio di Moderna ha scaldato le Borse, ma non troppo. Cosa succede oggi?

Mercati: il vaccino scalda le Borse, ma non troppo. Che succede oggi?

I mercati oggi sono osservati con attenzione dopo le ultime novità sul vaccino Moderna che ieri, 16 novembre, hanno riacceso l’euforia in Borsa.

Le notizie sull’efficacia del trattamento al 94,5% - secondo uno studio preliminare - hanno spinto al rialzo le azioni di Wall Street e dei mercati nella regione Asia-Pacifico, incrementati soprattutto nella sessione di negoziazione di martedì.

Ma lunedì notte i futures sulle azioni statunitensi sono rimasti in territorio negativo nonostante due dei tre principali benchmark di mercato abbiano chiuso a livelli record.

Per l’Europa è prevista un’apertura al ribasso. Il vaccino, dunque, non scalda abbastanza gli investitori. Che succede oggi nei mercati?

Mercati oggi oscillano tra vaccino e timori Covid

Le notizie sui vaccini sono un potenziale driver per la rotazione delle azioni globali in settori di valore e ciclici che sono stati più colpiti dalla pandemia.

Gli investitori, infatti, sperano che la scoperta di trattamenti efficaci consentano alle economie di riaprire il prossimo anno, anche se la distribuzione stessa del vaccino rappresenta una sfida significativa.

La notizia positiva diffusa ieri da Moderna, quindi, ha dato slancio alle Borse.

I guadagni in Asia martedì 17 novembre sono stati guidati dai benchmark di Singapore e Indonesia, entrambi aumentati dell’1% circa, mentre Hong Kong è cresciuto dello 0,1% e l’S&P/ASX 200 australiano è salito dello 0,23%.

Il Nikkei 225 giapponese ha visto un rialzo dello 0,24% dopo aver toccato il massimo di 29 anni il giorno prima, ma le blue chip cinesi sono diminuite poiché i recenti default delle obbligazioni hanno colpito il sentiment.

Tuttavia, nonostante una performance costante anche se ridotta nel trading asiatico, i futures hanno previsto un’inversione di tendenza nel corso della giornata.

I futures S&P 500 sono scesi dello 0,44%, i futures EuroSTOXX 50 europei sono scesi dello 0,55% e i futures FTSE dello 0,4% alla fine della sessione asiatica.

Gli investitori insistono che l’euforia creata dal risultato delle elezioni presidenziali e l’annuncio del vaccino lasceranno il posto a un’analisi più sobria di quanto sarà lunga e la strada verso la ripresa.

Le preoccupazioni per una crescita economica davvero sostenibile persistono nel mezzo di una riacutizzazione di casi di virus in tutto il mondo. La pandemia continua a crescere in Europa e negli Stati Uniti.

Europa indebolita dalle news sul Recovery Fund?

Le azioni europee dovrebbero aprire in ribasso martedì, nonostante lo sfondo di notizie più positive sul vaccino contro il coronavirus da parte di Moderna.

Secondo IG, il FTSE di Londra aprirà con 24 punti in meno a 6.406, il DAX tedesco con una diminuzione di 66 punti a 13.101, il CAC 40 della Francia in calo di 30 punti a 5.453 e l’FTSE MIB in Italia 101 punti in meno a 21.172.

L’attenzione si concentra sulle prospettive per la ripresa economica a breve termine dell’UE dopo che l’Ungheria e la Polonia hanno bloccato l’adozione del bilancio 2021-2027 e del Recovery Fund. I due Governi non accettano che la legge di bilancio subordina l’accesso alle risorse al rispetto dello Stato di diritto.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories