Mercati: inizio positivo nella settimana cruciale per l’inflazione

Violetta Silvestri

10/01/2022

10/01/2022 - 08:23

condividi

I mercati scambiano all’insegna di cauti guadagni e attendono i dati in settimana sull’inflazione cinese e statunitense. I prezzi al consumo USA saranno osservati speciali, soprattutto dalla Fed.

Mercati: inizio positivo nella settimana cruciale per l'inflazione

Mercati oggi: le principali Borse asiatiche registrano prudenti rialzi, mentre gli investitori aspettano un’altra lettura dell’inflazione statunitense che potrebbe suggellare un aumento anticipato dei tassi da parte della Federal Reserve, aumentando ulteriormente i rendimenti obbligazionari.

Inoltre, l’esplosione dei casi Covid a livello globale minaccia di frenare la spesa dei consumatori e la crescita proprio mentre la Fed sta valutando la possibilità di chiudere i rubinetti della liquidità.

In Cina, l’assestamento della crisi immobiliare rimane in primo piano.

Vediamo cosa succede oggi nei mercati.

Mercati oggi: Asia in rialzo, Cina in focus

Le azioni di Hong Kong aumentano con il rimbalzo dei titoli tecnologici e scendono in Corea del Sud, mentre la Cina è in territorio positivo. La Borsa del Giappone è chiusa per festività.

Nel dettaglio, alle ore 8.08 circa, gli indici Shenzhen e Shanghai guadagnano rispettivamente lo 0,33% e lo 0,31%. Hong Kong avanza dello 0,83%.

In Cina il mercato immobiliare continua a destare preoccupazione. Secondo i media, Shimao Group Holdings sta vendendo i suoi progetti di costruzione residenziali e commerciali e dovrebbe liberarsi della proprietà commerciale Shimao International Plaza Shanghai grazie a un accordo con una società statale.

Intanto, c’è il tonfo in Borsa dello sviluppatore cinese Modern Land, che starebbe trattando con gli obbligazionisti per un progetto di ristrutturazione di 1,3 miliardi di dollari di obbligazioni offshore.

Mercati sempre più volatili?

I futures statunitensi hanno oscillato dopo che l’S&P 500 ha registrato il peggior inizio di anno dal 2016, poiché le aspettative di aumenti dei tassi di interesse statunitensi più rapidi del previsto hanno agitato i mercati obbligazionari e innescato una rotazione dalle azioni ad alta crescita.

Secondo diversi analisti la parola d’ordine delle prossime settimane sarà volatilità.

I mercati devono far fronte a una crescente incertezza mentre gli investitori sono alle prese con la rivalutazione degli asset, mentre la liquidità pandemica che ha contribuito a portare le azioni a livelli record viene ritirata.

Goldman Sachs prevede ora che la Fed aumenti i tassi quattro volte quest’anno e inizi il processo di deflusso del bilancio a luglio, se non prima.

Il rilascio dell’inflazione USA di mercoledì prossimo sarà un’indicazione importante su quale direzione - e in quale tempistica - prenderà la Federal Reserve.

Sostieni Money.it

Informiamo ogni giorno centinaia di migliaia di persone in forma gratuita e finanziando il nostro lavoro solo con le entrate pubblicitarie, senza il sostegno di contributi pubblici.

Il nostro obiettivo è poterti offrire sempre più contenuti, sempre migliori, con un approccio libero e imparziale.

Dipendere dai nostri lettori più di quanto dipendiamo dagli inserzionisti è la migliore garanzia della nostra autonomia, presente e futura.

Sostienici ora

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.