Mercati: quale impatto dalle elezioni europee?

Mercati finanziari in focus: quali conseguenze dalle elezioni europee? Come reagiranno gli investitori?

Mercati: quale impatto dalle elezioni europee?

I mercati finanziari di nuovo alle prese con le elezioni europee.

Tra poco più di un mese gli investitori e i semplici osservatori di mercato dovranno fare i conti con l’attesa consultazione politica, che avrà lo scopo di rivedere la composizione del Parlamento Ue.

Dato il contesto attuale (caratterizzato da un’avanzata dei partiti populisti ed euroscettici e da un sempre più evidente rallentamento economico) molti si sono già interrogati sul possibile impatto e sulle conseguenze delle elezioni europee sui mercati finanziari. Nonostante le stime iniziali, per conoscere i risultati della consultazione bisognerà attendere la fine di maggio.

Mercati: quali conseguenze da elezioni europee

Le elezioni europee partiranno ufficialmente tra il 23 e il 26 maggio anche se lo spoglio dei voti inizierà in contemporanea per tutti gli Stati dalle ore 23:00 dell’ultimo giorno citato.

I mercati, però, inizieranno a riflettere ben prima dell’avvio della consultazione. Nella mente degli investitori, le domande chiave saranno due: quali effetti sul fronte volatilità? Chi otterrà i ruoli chiave e quali saranno le conseguenze di questo ricambio?

Le elezioni europee di fine maggio rinnoveranno diverse cariche da sempre importanti per i mercati:

  • Presidente della Commissione europea;
  • Commissari strategici: (da politica commerciale a sorveglianza fiscale a concorrenza);
  • Presidente BCE.

Soprattutto in quest’ultimo caso, i mercati guarderanno con attenzione al nuovo numero uno della banca centrale. I dubbi si rincorreranno: adotterà una politica monetaria più aggressiva rispetto a quella di Draghi? Che posizioni avrà sui tassi di interesse e quali conseguenze sul fronte QE e forward guidance?

Allarme populismo: investitori all’erta

Gli investitori monitoreranno con attenzione l’eventuale ascesa dei partiti euroscettici che, stando agli ultimi sondaggi, stanno avanzando in maniera preoccupante.

“Gli asset rischiosi potrebbero essere danneggiati dagli effetti negativi sul mercato se questi gruppi politici ottengono un punteggio più alto di quello attualmente suggerito dai sondaggi. Finché i partiti euroscettici non sono vicini alla formazione di una maggioranza, il che è altamente probabile, riteniamo che l’impatto sarà di breve durata,”

ha affermato Philippe Ferreira, Senior Cross-Asset Strategist di Lyxor Asset Management.

Se i populisti guadagneranno più terreno del previsto a risentirne saranno i mercati obbligazionari e valutari, con particolare riferimento al cambio euro dollaro. Probabilmente, però, la loro ipotetica coalizione politica non risulterà così forte da superare efficacemente le divergenze interne.

Almeno secondo i sondaggi, comunque, sarà la coalizione europeista a vincere le elezioni. I mercati finanziari, però, continueranno a monitorare la situazione giorno dopo giorno.

Iscriviti alla newsletter per ricevere le news su Mercati e Elezioni Europee 2019

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.