Manovra, Gualtieri risponde alle critiche di Renzi su nuove tasse

Il ministro Roberto Gualtieri rassicura Matteo Renzi sulle nuove tasse in manovra e chiede che si smetta di fare opposizione interna

Manovra, Gualtieri risponde alle critiche di Renzi su nuove tasse

Il ministro Gualtieri contro le polemiche di Renzi. “Mi sorprende una maggioranza che sembra fare propaganda contro la propria legge di bilancio. Anche perché come è noto, era il frutto di un lavoro collegiale ampiamente condiviso. Sarebbe meglio evitare di fare opposizione al posto di Salvini”, ha detto il ministro dell’Economia nel corso di un’intervista alla Stampa.

Manovra, duro scontro interno alla maggioranza PD-M5S-Iv

Sono stati durissimi gli attacchi del leader di Italia viva contro la Legge di Bilancio approvata dal governo di cui il suo partito fa parte. Ma Matteo Renzi, dalle pagine del Messaggero, non solo aveva criticato i provvedimenti, ma aveva anche messo in dubbio sulla permanenza di Giuseppe Conte come capo del Governo.

Che l’ex premier, come del resto anche Salvini, abbia designato Conte come suo diretto avversario è cosa nota. Ma Partito Democratico e Movimento 5 Stelle non ci stanno, e hanno messo nero su bianco che Conte sarà l’ultimo presidente del Consiglio di questa legislatura: o lui o voto.

Governo, Gualtieri difende manovra

Gualtieri, dal canto suo, ha difeso la manovra, rivendicando il fatto di essere riusciti a congelare l’Iva sostenendo, contemporaneamente, lavoro, investimenti e welfare. “Ci si accapiglia sul 5% di essa, facendo dimenticare l’importanza dell’altro 95%”, si lamenta il ministro.

Il titolare del Mef ammette poi che la Legge di Bilancio è senz’altro migliorabile in Parlamento, ma a saldi invariati. Secondo Gualtieri, le uniche tasse nuove sono soltanto tre: “Sulla plastica ‘usa e getta’, sugli zuccheri contenuti nelle bevande, sui giganti del web”. Misure che definisce “tasse di scopo”, utili per l’ambiente e la salute.

Per Renzi proprio le prime due sono “errori”, perché le tasse sono un autogol. Ma soprattutto è quella sulle auto aziendali che impensierisce il leader di Italia viva, perché è “una inspiegabile mazzata sulla classe media”.

Apriremo un tavolo per migliorare la misura in Parlamento”, risponde a distanza il ministro.

Rimangono dubbi sulle coperture, ma Gualtieri assicura che ci sono. Una parte di esse (3,3 miliardi) arriveranno dalle misure di contrasto all’evasione, “una battaglia che sembra uscita dall’agenda e che invece considero una delle ragioni che cui vale la pena stare al governo”.

Iscriviti alla newsletter

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

Money Stories
SONDAGGIO