Malattia durante le ferie: cosa fare?

La malattia sospende il godimento delle ferie, ma solo se talmente grave da impedire il recupero delle energie psico-fisiche. In alcuni casi anche la malattia del figlio interrompe le ferie.

Malattia durante le ferie: cosa fare?

Visto il periodo, è molto importante capire cosa succede a chi si ammala durante le ferie. Ci si chiede, infatti, se chi si ammala può chiedere la sospensione delle ferie oppure se queste si considerano fruite.

Per rispondere a questo dubbio bisogna per prima cosa far riferimento a quanto stabilito dall’articolo 2109 del Codice Civile, nel quale viene riconosciuto al lavoratore un periodo annuale di ferie retribuito - possibilmente continuativo - “nel tempo che l’imprenditore stabilisce, tenuto conto delle esigenze dell’impresa e degli interessi del prestatore di lavoro”.

Il terzo comma dell’articolo 36 della Costituzione italiana, invece, stabilisce che il lavoratore ha diritto sia alle ferie annuali retribuite che al riposo settimanale, ai quali non può rinunciare.

La durata delle ferie è stabilita dalla legge, la quale riconosce 4 settimane di riposo l’anno al dipendente; ci sono CCNL, però, che prevedono un numero superiore (e mai inferiore) di ferie.

Il suddetto articolo 2019 del Codice Civile è stato oggetto di una sentenza della Corte Costituzionale molto importante, con il quale la Consulta ne ha rilevato l’illegittimità.

Nel dettaglio, con la sentenza 616/1987, la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimo l’articolo 2019 nella parte in cui non prevede che la malattia insorta durante le ferie ne sospenda il decorso.

Quindi, secondo la Consulta la malattia sospende le ferie, ma solo in determinati casi; approfondiamo l’argomento facendo chiarezza su quando chi si ammala può godere delle ferie in un secondo momento e cosa fare in tal caso per non perdere il diritto all’indennità di malattia.

Quando la malattia sospende le ferie

Secondo la Corte Costituzionale, quindi, chi si ammala ha diritto alla sospensione delle ferie.

Per capire le motivazioni di questa sentenza ricordiamo che la funzione delle ferie è quella di permettere al lavoratore di recuperare le energie psico-fisiche dopo un duro anno di lavoro, nonché di consentirgli di partecipare alla vita familiare e sociale al fine di soddisfare le esigenze di carattere ricreativo e culturale.

Una malattia, quindi, potrebbe impedire alle ferie di svolgere la loro funzione ed è per questo che il lavoratore ha diritto a goderne in un secondo momento. Infatti, gli stessi giudici della Corte Costituzionale hanno dichiarato che le ferie sono sospese solo quando la malattia insorta è talmente grave da impedire il recupero delle energie psico-fisiche.

A tal proposito ci sono dei contratti collettivi che approfondiscono questa disposizione, precisando ad esempio che la sospensione si ha solo in caso di prognosi superiore ad un certo numero di giorni, oppure in seguito ad un ricovero ospedaliero.

Malattia durante le ferie: cosa fare?

Visto quanto appena detto, è bene fare chiarezza su cosa deve fare il dipendente per richiedere la sospensione delle ferie durante la malattia.

Per prima cosa deve far accertare il proprio stato di salute da un medico, per poi darne comunicazione al datore di lavoro allegando il certificato medico. A questo punto le ferie verranno sospese e ciò significa che il dipendente - dal 3° giorno in poi - percepirà l’indennità di malattia dall’INPS.

Quindi, il dipendente dovrà sottostare anche alle norme in merito alle visite fiscali, poiché sarà soggetto al controllo del medico inviato dal Polo Unico INPS il quale accerterà che la patologia impedisce effettivamente il godimento delle ferie.

La malattia del figlio interrompe le ferie?

Secondo la Legge 53/2000 - poi ripresa dal Testo Unico sulla maternità e paternità del 2001 - anche la malattia del figlio in alcuni casi può comportare la sospensione delle ferie per i genitori.

Tuttavia ci sono delle condizioni che devono avverarsi affinché la malattia del bambino interrompa il decorso delle ferie. Come prima cosa la patologia deve dar luogo a ricovero ospedaliero; in tal caso le ferie sono sospese senza limiti di durata se il figlio ha meno di 3 anni, per un limite di 5 giorni (l’anno) se questo ha un’età compresa tra i 3 e gli 8 anni.

In entrambi i casi, comunque, la richiesta di sospensione deve essere effettuata dal dipendente. Prima di concludere, però, è bene ricordare che ci sono CCNL che prevedono condizioni meno restrittive affinché la sospensione delle ferie venga riconosciuta anche in seguito alla malattia del figlio; in alcuni casi, ad esempio, il ricovero ospedaliero non è necessario poiché basta che la malattia abbia una prognosi superiore ad un certo numero di giorni.

Iscriviti alla newsletter "Lavoro" per ricevere le news su Ferie

Condividi questo post:

Commenti:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.