Visita fiscale: cosa succede se non ti trovano

Cosa succede se non ti trovano alla visita fiscale? I lavoratori in malattia devono rendersi reperibili entro determinate fasce orarie, che variano in base al settore di appartenenza (privato o pubblico), al fine della consueta visita fiscale.

Visita fiscale: cosa succede se non ti trovano

Visita fiscale: cosa succede se non ti trovano? Una domanda, questa che molti lavoratori dipendenti, sia nel settore pubblico che privato, si pongono qualora si assentino dal posto di lavoro per malattia.

È noto, infatti, che in caso di evento di malattia il lavoratore è tenuto a rendersi reperibile nella propria abitazione (ossia all’indirizzo indicato nel certificato di malattia), entro determinate fasce orarie, al fine di condurre l’eventuale visita fiscale disposta dall’INPS o dal datore di lavoro stesso.

Si ricorda, a tal proposito, che nel settore privato gli orari sono:

  • mattina: 10.00 - 12.00;
  • pomeriggio: 17.00 – 19.00.

Nel settore pubblico, invece, le fasce di reperibilità sono i seguenti:

  • mattina: 09.00 - 13.00;
  • pomeriggio: 15.00 – 18.00.

Vediamo nello specifico cosa accade se il lavoratore non si trova in casa durante la visita fiscale.

Visita fiscale: cosa succede se non ti trovano?

Qualora si risulti assenti in occasione della visita medica di controllo domiciliare, l’INPS invita l’interessato con apposito avviso a presentarsi in data specifica presso gli ambulatori della Struttura territoriale INPS di competenza. Chiaramente se nel giorno della prevista visita ambulatoriale il lavoratore abbia ripreso l’attività lavorativa, non bisogna sottoporsi a quella visita, ma occorre comunque comunicarlo alla medesima struttura INPS.

Laddove il lavoratore non si presenti alla visita, deve produrre apposita documentazione, entro 10 giorni, che giustifichi l’assenza. L’assenza, inoltre, provoca la perdita totale di qualsiasi trattamento economico per i primi 10 giorni di malattia.

E se il lavoratore risulti assente anche alla seconda visita? In tal caso si applica una riduzione del 50% del trattamento economico per il residuo periodo. Si produrrà, invece, l’interruzione del termine del periodo di malattia, in caso di assenza alla terza visita.

Infine, non bisogna dimenticare che l’assenza a visita fiscale rappresenta un danno non solo nei confronti dell’INPS, ma anche per il datore di lavoro. Si ricorda, infatti, che è il datore di lavoro a corrispondere l’indennità di malattia per i primi 3 giorni (cd. “periodo di carenza”) e l’integrazione (a seconda del CCNL applicato) per i giorni successivi. Quindi, il datore di lavoro può irrogare anche sanzioni disciplinari, che nei casi più gravi possono condurre al licenziamento.

Visita fiscale: le eccezioni

Per completezza di informazione, bisogna specificare che esistono delle fattispecie per le quali il lavoratore risulta esonerato dal controllo, che si differenziano a secondo del settore di appartenenza.

In particolare, nel settore privato il lavoratore può assentarsi dal proprio domicilio per:

  • necessità di sottoporsi a visite mediche generiche urgenti e ad accertamenti specialistici che non possono essere effettuati in orari diversi da quelli compresi nelle fasce orarie di reperibilità;
  • provati gravi motivi personali o familiari;
  • cause di forza maggiore.

Nel settore pubblico, invece, è possibile assentarsisenza subire alcuna conseguenza per:

  • patologie gravi che richiedono terapie salvavita;
  • causa di servizio riconosciuta che abbia dato luogo all’ascrivibilità della menomazione unica o plurima alle prime tre categorie della Tabella A allegata al Dpr. 30 dicembre 1981, n. 834, ovvero a patologie rientranti nella Tabella E del medesimo decreto;
  • stati patologici sottesi o connessi alla situazione di invalidità riconosciuta, pari o superiore al 67%.

Iscriviti alla newsletter Lavoro e Diritti per ricevere le news su Visite fiscali

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \