Quotazione Juventus: la Consob monitora il titolo dopo le indiscrezioni su Guardiola

Il titolo Juventus è finito sotto osservazione della CONSOB per le forti oscillazioni dovute alle indiscrezioni sul possibile accordo tra la società bianconera e Guardiola

Quotazione Juventus: la Consob monitora il titolo dopo le indiscrezioni su Guardiola

Le indiscrezioni sul possibile accordo tra Guardiola e la Juventus non hanno attirato l’attenzione solamente dei tifosi bianconeri e del calcio italiano, ma anche della CONSOB.

L’Autorità di vigilanza dei mercati finanziari sta infatti tenendo sotto osservazione il titolo bianconero, che in vista del possibile imminente annuncio di Guardiola come prossimo allenatore della Juventus, ieri sera ha guadagnato il 5,37%.

La notizia del controllo della CONSOB ha invertito il rally del titolo Juventus a Piazza Affari. Se fin da stamattina le quotazioni viaggiano in rialzo costante sopra il 2% rispetto alla chiusura di ieri (massimo di oggi a 1,51 euro), la notizia ha fatto scattare notevoli prese di beneficio.

Al momento della scrittura infatti le azioni Juventus in Borsa Italiana vengono negoziate su prezzi sotto la parità, intorno agli 1,44 euro per azione.

Come si fa presente nell’ambiente della Commissione, il controllo sul titolo azionario della Juventus però è solo un’operazione di routine. Infatti, quando un titolo di una società quotata va incontro a delle forti oscillazioni, in rialzo o in ribasso, CONSOB si attiva per dare inizio a delle normali verifiche.

Juventus-Guardiola: il Manchester City nega

E se da una parte i bookmakers puntano su Guardiola prossimo allenatore della Juventus, dall’altra l’avvocato Alberto Galassi, membro del 2012 del cda del Manchester City smentisce categoricamente la notizia e a Sky Sport dichiara:

«Mi fa piacere chiarire una volta per tutte quello che anche la settimana scorsa Guardiola ha detto. Il tema è semplice: l’allenatore ha altri due anni di contratto col City. Una cosa ci ha lasciato molto perplessi: qualsiasi club, anche la Juve è un club strutturato e gestito bene da Nedved che è un amico non avrebbe fatto uscire queste notizie, ma avrebbe contattato l’altro club, visto che Guardiola ha un contratto con noi per altri due anni. Siamo al ridicolo, è davvero incomprensibile che escano queste notizie per una società quotata in Borsa, è una scemenza».

C’è però un aspetto fondamentale che non va sottovalutato e che potrebbe ulteriormente confermare il passaggio di Guardiola alla Juventus. La UEFA ha aperto un’indagine sul Manchester City per potenziali violazioni delle regolamentazioni sul Fair Play Finanziario.

Se esse dovessero essere confermate, il club inglese rischierebbe l’esclusione dalla Champions League. Ipotesi che non piace affatto all’ex allenatore di Barcellona e Bayern Monaco.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Juventus Football Club S.p.A.

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.