Jeff Bezos scarica Amazon e punta alla Luna

Il fondatore di Amazon Jeff Bezos ha deciso di vendere nell’ultima settimana quasi 3 miliardi di azioni del colosso dell’hi-tech per finanziare il progetto lunare della sua azienda spaziale Blue Origin

Jeff Bezos scarica Amazon e punta alla Luna

Jeff Bezos punta alla Luna e scarica Amazon, la sua gallina dalle uova d’oro che gli ha permesso nel corso degli anni di diventare l’uomo più ricco al mondo.

Il fondatore del colosso dell’hi-tech, finito sotto la lente insieme ad altre aziende tecnologiche della digital tax, la scorsa settimana, precisamente a cavallo tra il 29 luglio e il 2 agosto ha venduto quasi 1.500.000 azioni del valore complessivo di circa 3 miliardi, ossia 2,8 miliardi di dollari.

Jeff Bezos ha però distribuito la cessione delle quote in due tranche diverse:

  • tra il 29 e il 31 luglio ha venduto oltre 968.000 azioni al prezzo di 1.900 dollari ad azione, ricavando circa 1,84 miliardi di dollari;
  • tra l’1 e il 2 agosto, ha venduto circa 530.000 azioni al prezzo di 1.867 dollari per azioni, ricavando quasi 1 miliardo di dollari, circa 990 milioni di dollari.

Per Bezos si tratta della maggiore vendita di titoli mai effettuata. Tant’è che, anche se rimane il primo azionista di Amazon, l’imprenditore americano ha ridotto la propria partecipazione nella società del 4,5%, passando quindi dal 16 al 11,5%

Intanto, l’ormai sua ex moglie MacKenzie Bezos è la seconda maggiore azionista del colosso delle vendite online e una delle donne più ricche al mondo, con una fortuna di 37 miliardi di dollari.

Bezos scarica Amazon: ecco il nuovo obiettivo

E se in Borsa nell’ultima settimana il titolo Amazon è andato incontro a una flessione di quasi il 7% a causa soprattutto delle ultime vicende macroeconomiche rappresentate in particolar modo dallo scontro USA-Cina, la decisione da parte del suo fondatore Jeff Bezos di vendere quasi 3 miliardi di azioni ha un obiettivo ben preciso: la Luna, o meglio, lo sbarco lunare.

Per farlo Jeff Bezos nel 2000 ha fondato una sua azienda spaziale: Blue Origin che quest’anno è riuscita ad ottenere 3 delle 19 partnership di sviluppo che la NASA ha attivato con 13 aziende.

Tra i tanti obiettivi delle partnership, Blue Origin si impegnerà a sviluppare insieme alla NASA:

  • un nuovo sistema per la navigazione e l’atterraggio sulla Luna;
  • testare nuovi materiali che potrebbero essere utilizzati sul motore del lander lunare;
  • provare a sviluppare un nuovo sistema di alimentazione che potrebbe aiutare a far funzionare il veicolo spaziale durante la notte lunare, un periodo di due settimane di oscurità dove le temperature possono scendere fino a -173 gradi Celsius.

Tutto questo fa parte della missione lunare di Jeff Bezos che è prevista per il 2024 e che si realizzerà grazie al suo lander Blue Moon. Esso effettuerà una serie di voli per portare materiale e trasferire ghiaccio dal Cratere Shackleton, perché il fine della missione - come dichiarato dallo stesso Bezos - è quello di “tornare sulla Luna, ma questa volta per restarci”.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Jeff Bezos

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.