I mercati europei osservano l’Italia e temono la crisi

Violetta Silvestri

20/07/2022

20/07/2022 - 08:40

condividi

Due giornate esplosive aspettano i mercati europei a partire da oggi. L’Italia in bilico e la riunione Bce con il primo rialzo dei tassi sono protagonisti. Si osservano con timore i passi di Draghi.

I mercati europei osservano l'Italia e temono la crisi

I mercati europei si stanno preparando per un altro attacco di volatilità e ossrevano con apprensione le vicende italiane.

Mario Draghi oggi si presenterà al Senato: manterrà la sua promessa di dimettersi, appena un giorno prima che la regione affronti il ​​suo primo aumento degli oneri finanziari in oltre un decennio?

La sua uscita porterebbe a elezioni anticipate e getterebbe la nazione nel caos, una prospettiva che ha già colpito obbligazioni e azioni nazionali la scorsa settimana. La partenza di Draghi complicherebbe anche il compito della Banca centrale europea di contenere le ricadute dei tassi di interesse più elevati con lo strumento anti-frammentazione, in un momento in cui i mercati sono nervosi anche per il riavvio di un gasdotto russo.

Mercati: in Europa riflettori sull’Italia. Sarà crisi e volatilità?

L’instabilità politica è tornata a Roma la scorsa settimana quando uno dei partiti della coalizione ha deciso di opporsi a un disegno di legge in Parlamento. La mossa ha portato Draghi, al potere dal febbraio 2021, ad annunciare le sue dimissioni.

La vicenda, in questo momento così complesso e delicato per le sorti di tutta l’Europa, non resterà confinata nel Belpaese. Per questo, le Borse europee attendono e tremano.

In gioco c’è la stabilità di un continente attaccato dalla crisi del gas russo e la credibilità della Bce, pronta ad alzare i tassi domani, 21 luglio.

L’incertezza politica è particolarmente problematica in un momento in cui l’inflazione continua a salire, i flussi di gas russi stanno diminuendo e Lagarde sta cercando di aumentare i tassi di interesse.

Il rendimento dell’obbligazione italiana a 10 anni è stato scambiato martedì al 3,3960% in più di 0,3 punti percentuali. Lo stesso rendimento ha raggiunto il 3,394% venerdì sulla scia della decisione di Draghi di dimettersi.

Gli investitori sono preoccupati per le prospettive dell’Italia sulla scia delle ultime turbolenze politiche. All’inizio dell’anno il rendimento del titolo decennale italiano era inferiore all′1%.

Per gli analisti di Pictet Wealth Management, è tempo di scommettere contro le obbligazioni italiane visto che ci sono almeno il 50% di possibilità di elezioni anticipate.

“Se Draghi se ne andrà, vedremo un maggiore impatto sui mercati, in particolare sugli spread, ha affermato Cesar Perez Ruiz, chief investment officer di Pictet Wealth Management. “Siamo ancora negativi sui titoli di periferia”.

Bce e crisi italiana in focus

E poi c’è la questione Bce. Anche se è probabile che il dramma politico italiano non impedirà a Francoforte di fornire un possibile aumento del tasso di 50 punti base non appena questa settimana - che ha portato a una rinnovata svendita del debito europeo - gli analisti affermano che rischia di diluire o ritardare i piani dei responsabili politici per uno strumento anti-frammentazione degli oneri finanziari della regione.

La potenziale uscita di Draghi complica il compito della Bce, perché lo strumento ha lo scopo di frenare picchi ingiustificati nei rendimenti sovrani, piuttosto che attenuare l’impatto sul mercato delle macchinazioni interne. Potrebbe anche indurire l’atteggiamento di funzionari più aggressivi.

“Gli sviluppi politici italiani probabilmente ridurranno l’uso dello strumento nel breve termine in quanto la Bce non vorrà essere coinvolta nelle agende politiche interne”, ha affermato David Zahn, responsabile del reddito fisso europeo di Franklin Templeton.

L’Italia potrebbe beneficiare di questo nuovo strumento, solo se rispetta rigorosi obiettivi di riforma. È probabile che la Bce “concorderà all’unanimità che una condizione necessaria affinché uno Stato membro possa beneficiare del sostegno sarà che il governo rispetti l’agenda delle riforme europee, ha affermato Ducrozet.

Iscriviti a Money.it

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.