Guerra commerciale, colpo di scena: accordo rinviato a fine 2020?

Guerra commerciale: colpo di scena dopo le ultime dichiarazioni di Trump. L’accordo può attendere fino a fine 2020?

Guerra commerciale, colpo di scena: accordo rinviato a fine 2020?

Colpo di scena dell’ultima ora nella guerra commerciale: l’accordo può attendere secondo Donald Trump. Il presidente USA è tornato a parlare della complessa battaglia dei dazi questa mattina, a margine del vertice NATO a Londra.

La novità a sorpresa è che l’intesa non sarebbe più così urgente, almeno nell’ottica del presidente statunitense. E, dunque, non sembra esserci all’orizzonte la tanto agognata firma della Fase 1 del negoziato.

Le esternazioni di Trump suonano come un colpo di scena nella guerra commerciale, che rischia di durare ancora a lungo. E di esacerbare un clima già teso, in attesa di capire cosa ne pensa la Cina di questo slittamento.

Guerra commerciale: meglio aspettare per l’accordo. Fino a quando?

Dopo essersi scagliato contro Francia e Italia, il presidente degli Stati Uniti ha appena fatto sapere che un accordo sulle tariffe con la Cina potrebbe attendere fino a dopo le elezioni presidenziali di novembre 2020.

Trump sembra guidare le sorti della guerra commerciale a suo piacimento, creando e disfando aspettative in Cina e nei mercati globali. Le sue parole, infatti, sono state esplicite nel mettere in evidenza il suo potere nella trattativa:

Non ho una scadenza. Penso sia meglio aspettare fino alle elezioni. Non credo che dipenda da loro se vogliono farlo [l’accordo - NDR], il punto è se io se voglio farlo. Vedremo cosa succede.”

Nelle dichiarazioni di oggi il presidente Trump ha affermato che i colloqui stanno andando bene, ma che un eventuale accordo ci sarà se lui lo vorrà stipulare. E, soprattutto, se le condizioni saranno da lui valutate vantaggiose.

La battaglia sui dazi sembra fare un passo indietro. Mentre i mercati attendono con ansia la data del 15 dicembre - termine ultimo per scongiurare l’imposizione USA di nuove tariffe su beni cinesi - la notizia di oggi non rincuora.

Se lo slittamento di un anno dovesse avverarsi, le previsioni per i mercati probabilmente continueranno ad essere incerte e in balia delle tensioni USA-Cina.

Le reazioni dei mercati. Perché il ritardo può essere pericoloso

Subito dopo i commenti di Donald Trump sono arrivate le reazioni dei mercati.

Le azioni europee e la valuta cinese in yuan hanno registrato un calo, così come i future di Dow Jones, S&P 500 e Nasdaq.

Gli investitori e gli analisti a livello globale sperano che gli Stati Uniti e la Cina possano fermare presto l’escalation di tensione degli ultimi tempi. La crescita economica mondiale, infatti, risulta fortemente influenzata dai rapporti tra le due potenze.

Per questo, la notizia di uno slittamento della guerra commerciale può essere pericolosa, perché allontana l’intesa e rischia di aumentare i motivi di frizione.

Iscriviti alla newsletter Economia e Finanza per ricevere le news su Guerra commerciale

Condividi questo post:

Trading online
in
Demo

Fai Trading Online senza rischi con un conto demo gratuito: puoi operare su Forex, Borsa, Indici, Materie prime e Criptovalute.

\ \