Esame avvocato 2021: estratte le lettere, ecco chi inizia

Simone Micocci

01/05/2021

01/05/2021 - 13:32

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Esame avvocato 2021: chi inizia il doppio orale? Le Corti d’appello hanno estratto la lettera dell’alfabeto, ecco tutti gli abbinamenti.

Esame avvocato 2021: estratte le lettere, ecco chi inizia

Per l’esame avvocato, necessario per conseguire l’abilitazione alla professione forense, è tutto pronto. Sono state, infatti, estratte le lettere: dunque è stato scelto chi dovrà iniziare l’esame nelle varie Corti d’appello.

L’inizio dell’esame avvocato è fissato al 20 maggio in tutta Italia, quando avrà inizio la nuova procedura pensata per il periodo della pandemia. Ricordiamo, infatti, che le nuove regole dell’esame per l’abilitazione alla professione forense prevedono che i candidati debbano affrontare una doppia prova orale: un colloquio da remoto e uno in presenza. Nessuna prova scritta, troppo alto il rischio assembramenti.

L’orale dovrà svolgersi davanti ad una sottocommissione formata da tre componenti e presieduta da un avvocato. Regole chiare già da qualche settimana, ma solo oggi possiamo rispondere alla domanda su chi dovrà iniziare con l’orale vista l’estrazione delle lettere.

Esame avvocato 2021: chi inizia?

Quest’anno sono 26 mila gli aspiranti avvocati che affronteranno l’esame per l’abilitazione forense. La prima delle due prove orali avrà inizio il 20 maggio 2021, mentre l’ordine dello svolgimento delle prove è stato deciso con sorteggio della lettera da parte delle Corti d’appello.

Va detto che, nonostante il cambio delle regole, non ci sono variazioni per quanto riguarda gli abbinamenti tra le varie Corti d’appello. A valutare il proprio orale, infatti, non sarà la Corte d’appello di corrispondenza ma una differente, secondo gli abbinamenti decisi dal D.M. Giustizia 15 aprile 2021.

Nel dettaglio, ricordiamo quelli che sono gli abbinamenti, nonché quale Corte di appello si è occupata del sorteggio.

Corte d’appello Corte d’appello che si occupa della valutazione Lettera estratta
Fascia A
MILANO NAPOLI S
ROMA MILANO U
NAPOLI ROMA E
Fascia B
BOLOGNA VENEZIA V
PALERMO CATANZARO U
CATANIA PALERMO N.D
CATANZARO BOLOGNA T
VENEZIA CATANIA C
Fascia C
FIRENZE TORINO N.D.
SALERNO FIRENZE E
BARI SALERNO O
TORINO BARI N
Fascia D
ANCONA BRESCIA N.D.
MESSINA ANCONA N.D.
REGGIO CALABRIA CAGLIARI E.
BRESCIA LECCE J
CAGLIARI L’AQUILA J
L’AQUILA MESSINA B
GENOVA REGGIO CALABRIA N.D.
LECCE GENOVA L
Fascia E
POTENZA TRENTO N.D.
TRIESTE POTENZA N.D.
PERUGIA TRIESTE S
TRENTO CAMPOBASSO P
CALTANISSETTA PERUGIA N.D.
CAMPOBASSO CALTANISSETTA Y, Z

Siamo ancora in attesa che vengano comunicate le lettere estratte per alcune Corti d’appello. Vi terremo aggiornati non appena ci saranno novità.

Esame avvocato 2021: come sarà?

RIcordiamo che ieri è scaduto il termine per la scelta delle materie oggetto della seconda prova orale. Secondo i primi dati comunicati in queste ore, sembra che la preferenza assoluta (11.972 su 22.089) sia stata per diritto civile, a seguire penale (9.416) e infine amministrativo (701). Mancano all’appello ancora 3.608 praticanti, mentre 204 hanno già comunicato che non sosterranno l’esame.

Un doppio orale, con la prima prova - della durata di un’ora - in cui 30 minuti bisognerà dedicarli all’esame del caso sottoposto (con la possibilità di consultare i codici commentati) e altri 30 per la discussione. Il quesito potrà avere natura civile, penale o amministrativa: sarà il candidato a scegliere tra tre buste chiuse.

La seconda prova, fissata non meno di 30 giorni dopo la data del primo orale, consiste invece in una discussione di brevi questioni relative alle cinque materie scelte dal candidato e nella dimostrazione di conoscenza dell’ordinamento forense e dei diritti e doveri dell’avvocato. Ogni componente della sottocommissione avrà a disposizione 10 punti di merito per le sei materie.

Argomenti

Iscriviti alla newsletter