Epap agronomi, forestali, chimici e geologi: iscrizione, contributi e contatti

Isabella Policarpio

26/03/2021

26/03/2021 - 14:42

condividi
Facebook
twitter whatsapp

Quali sono i contributi dovuti, le scadenze e i contatti dell’Epap, la cassa pluricategoriale per agronomi, forestali, attuari, chimici e geologi: come e chi deve iscriversi.

Epap agronomi, forestali, chimici e geologi: iscrizione, contributi e contatti

Iscriversi alla cassa di previdenza Epap Pluricategoriale è obbligatorio per attuari, chimici, fisici, geologi, dottori agronomi e dottori forestali.

La registrazione comporta sia l’obbligo agli adempimenti contributivi che la possibilità di fruire delle prestazioni Epap, riguardo pensioni, indennità e assicurazioni.

Qui di seguito riportiamo il modulo di iscrizione, i contributi previsti (e le agevolazioni per i neoiscritti) e le scadenze da rispettare per il 2021.

Chi deve iscriversi all’Epap

Devono iscriversi all’Epap, l’Ente di Previdenza e Assistenza Pluricategoriale, gli appartenenti a queste categorie:

  • Attuari
  • Chimici e Fisici
  • Geologi
  • Dottori Agronomi e Dottori Forestali

L’iscrizione è obbligatoria per coloro che esercitano la libera professione in forma singola, associata, occasionale, in regime di collaborazione coordinata e continuativa ed anche se svolgono contemporaneamente attività di lavoratore dipendente (secondo il Dlgs 10 febbraio 1996, n. 103 e l’articolo 1 del Regolamento dell’Ente).

Questi i requisiti per perfezionare l’iscrizione alla cassa Epap:

  • Iscrizione all’Albo professionale;
  • Conseguimento di reddito derivante dall’esercizio di attività professionale indipendentemente dal modo in cui tale reddito viene contabilmente attestato (fattura per i possessori di partita Iva; ricevuta per le prestazioni occasionali o saltuarie; contratto di collaborazione coordinata e continuativa).

L’iscrizione all’Albo - pur essendo un requisito obbligatorio - non sufficiente se nel contempo non vi è anche il percepimento di un reddito derivante dall’esercizio di attività libero professionale. Quindi è necessario esercitare concretamente l’attività.

L’iscrizione è obbligatoria anche quando il professionista sia al contempo un dipendente subordinato o percepisca un altro trattamento previdenziale.

Come fare l’iscrizione

Dopo aver emesso il documento fiscale, il professionista deve inviare il modello di iscrizione debitamente compilato (qui in allegato) nel termine di 60 giorni.

Modulo iscrizione Epap
Qui il PDF del modello d’iscrizione

Il modulo di iscrizione va inviato per raccomandata a/r o PEC insieme alla di copia documento d’identità valido.

Per chi omette di inoltrare la domanda o non rispetta il termine indicato, l‘iscrizione può avvenire d‘ufficio dopo intervenuta verifica da parte dell‘Ente; ne consegue l’applicazione delle sanzioni previste all’articolo 2, comma 4, del Regolamento.

L’indirizzo a cui inviare il modulo d’iscrizione è:

EPAP – Via Vicenza 7 – 00185 Roma Oppure a mezzo PEC (posta elettronica certificata) al seguente indirizzo: epap@epap.sicurezzapostale.it

I servizi Epap

Gli iscritti all’Epap hanno diritto ad una serie di servizi, pensioni ed erogazioni elencati qui di seguito (e visibili alla sezione “Servizi per te” sul portale online):

  • indennità di maternità e paternità;
  • trattamenti pensionistici: pensione di vecchiaia, di inabilità e invalidità, pensione indiretta e di reversibilità;
  • ricongiunzione contributi
  • riscatto periodi precedenti all’istituzione dell’Epap e risctato laurea;
  • rimborso montante e contributi versati in eccedenza;
  • trattamenti di assistenza.

Epap contributi

Passiamo ai doveri contributivi a cui sono tenuti gli iscritti. I contributi previdenziali obbligatori sono questi:

  • contributo soggettivo pari al 10% del reddito netto o a maggiore aliquota di supercontribuzione a scelta dell’iscritto;
  • contributo di solidarietà pari allo 0,2% del reddito netto;
  • contributo integrativo pari al 2% del volume di affari;
  • contributo di maternità, ovvero una quota forfetaria fissata annualmente dall’Epap e il cui versamento è previsto con la scadenza del saldo dell’annualità precedente a quella cui il contributo si riferisce.

Agevolazioni per i neoiscritti

I nuovi iscritti under 30, se tenuti a versare soltanto i contributi minimi, hanno diritto alla riduzione del 70% per i primi 3 anni dal giorno dell’iscrizione.

Questa possibilità è esclusa se i contributi da versare sono superiori ai minimi. In tal caso il neoiscritto under 30 deve versare nella loro totalità:

Scadenze per il 2021

Ecco il calendario delle scadenze per versare i contributi dovuti (in vigore dal 1° gennaio 2018):

  • 5 aprile: primo acconto pari al 30% dei contributi calcolati in base al reddito dichiarato nell’ultimo modello di autocertificazione reddituale;
  • 5 agosto: secondo acconto pari al 35% dei contributi dovuti calcolati sulla medesima base imponibile del primo acconto;
  • 15 novembre: saldo (anno precedente) e contributo di maternità (anno in corso).

Gli iscritti - se lo preferiscono - possono optare per il pagamento in un’unica soluzione entro la data indicata o, alternativamente, su due rate di pari importo con le seguenti scadenze:

  • per il primo acconto: prima rata entro il 5 aprile e seconda rata entro il 5 maggio
  • per secondo acconto: prima rata entro il 5 agosto e seconda rata entro il 5 settembre
  • per il saldo dei contributi dovuti per l’anno precedente: prima rata entro il 15 novembre e seconda rata entro il 15 dicembre

Inoltre ogni singola rata può essere ulteriormente frazionata mediante l’utilizzo dell’Epap card.

Epap contatti utili: PEC, email e numero

Indirizzo Via Vicenza 7 - 00185, Roma
Email affari generali e.bontempi@epap.it
PEC epap@epap.sicurezzapostale.it
Numero verde 800 164 994

Gli uffici sono aperti al pubblico dal lunedì al venerdì dalle 9:00 alle 12:00. Gli interessati sono invitati a fissare un appuntamento al numero verde Epap 800 164 994, disponibile dalle ore 9:00 alle 12:00 dal lunedì al venerdì.

Iscriviti alla newsletter

Money Stories